top of page

A.A.A. – Aviatori d’Italia Sezione di Prato e Nucleo Montemurlo, cerimonia in memoria del Lyra 35

a cura del Team Comunicazione della Presidenza Nazionale

A.A.A. - Aviatori d’Italia


Sabato 14 gennaio 2023 si è svolta a Montemurlo la cerimonia commemorativa per il trentunesimo anniversario del Lyra 35. Una cerimonia sempre molto importante e sentita per la cittadinanza, per l’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia di Montemurlo e Prato e per la 46^ Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare.


Quest’anno la cerimonia in ricordo dei tre Caduti, Magg. Carlo Stoppani, Ten. Paolo Dutto e M.llo Cesare Nieri, è stata preceduta da una S. Messa officiata martedì 10 gennaio presso il Sacrario di Kindu a Pisa, curata dalla 46^ Brigata Aerea, con il Cappellano Militare che aveva al suo fianco don Jarek, parroco della chiesa Santa Madre di Dio a Fornacelle di Montemurlo.


Il raduno dei partecipanti ha visto come sempre numerosi gli uomini e le donne della Brigata Aerea di Pisa ed in particolare del suo 2° Gruppo, così come folte sono state le rappresentanze delle Associazioni d’Arma (con particolare riferimento a quella A.A.A. – Aviatori d’Italia di Firenze) e delle altre realtà associative legate all’attività di volontariato.


Numerose anche le autorità civili e militari intervenute, tra le quali il Prefetto di Prato dott.ssa Adriana Cogode, il Vice Questore vicario Francesco Triggiani, il Col Francesco Zamponi Comandante Carabinieri di Prato e il Cap. Lorenzo Marzoli per la Guardia di Finanza.


La cerimonia ha avuto inizio con l’alzabandiera effettuato dagli uomini del 2° Gruppo, accompagnati dalle note dell’Inno Nazionale.


Il Presidente della Sezione di Prato, Francesco Farina, ed il Capo Nucleo di Montemurlo, Meraldo Cipriani, hanno portato il saluto dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia, sottolineando i valori che accomunano i tre Caduti a tutti i Soci in azzurro e ricordando con commozione il giovane aviatore pratese Giacomo Di Napoli caduto lo scorso 11 luglio mentre si preparava a difendere i colori italiani ai campionati mondiali di volo a vela in Francia.


Don Jarek, dopo un momento di raccoglimento e di preghiera, ha benedetto la corona che, dopo la lettura della Preghiera dell’Aviatore, è stata deposta al monumento ai Caduti dal Col. Andrea Quaglia, in rappresentanza del comandante la 46^ B.A. Col. Giuseppe Addesa, e dal Ten. Col. Giovanni Fiorillo, comandante del 2° Gruppo, con l’esecuzione delle struggenti note del Silenzio da parte del trombettiere della Filarmonica Verdi.


Il Prefetto di Prato ed il Sindaco di Montemurlo hanno deposto un omaggio floreale cui sono seguiti i discorsi dello stesso Sindaco Simone Calamai, del Ten. Col. Giovanni Fiorillo e del Col. Andrea Quaglia, che hanno voluto ricordare l’importanza della cerimonia commemorativa e sottolineare il forte legame che si è creato tra la comunità locale e l’Aeronautica Militare, fonte tra l’altro della nascita di molte durature amicizie.


Il ritrovo nella sala parrocchiale per il rinfresco ha consentito ai partecipanti un ulteriore momento di aggregazione fino a che il brindisi e l’immancabile “Gheregheghez” hanno concluso la cerimonia.



Ringraziamo il Presidente della Sezione di Prato dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia, Francesco Farina, per l’informazione che ha voluto far pervenire al Team Comunicazione della Presidenza Nazionale.


Le immagini sono state gentilmente concesse dal Comando 46^ Brigata Aerea e dal Signor Fabio Cipriani.




203 visualizzazioni0 commenti
bottom of page