L’A.A.A. - Aviatori d’Italia per la donazione del Sangue nel post-Covid: nuova conferenza al Senato

Il 13 luglio ha avuto luogo, presso la Sala Caduti di Nassiriya del Senato della Repubblica a Palazzo Giustiniani, la conferenza stampa “Una goccia per la Vita – La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”.


Anche questo evento, come la precedente iniziativa “L’Aeronautica Militare Italiana dall’anno Giubilare della Madonna di Loreto al Centenario della Fondazione – Chiamati a volare alti” dello scorso 15 giugno”, si è svolto su iniziativa del Senatore Antonio Barboni della 4^ Commissione Permanente Difesa in Parlamento, Presidente della Sezione di Rimini e Presidente regionale Emilia-Romagna dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia. Un’occasione per fare il punto sulle conseguenze del Covid-19 e del cosiddetto “Long Covid” sul sistema sanitario nazionale e in particolare sulle trasfusioni di sangue e sul binario donatori-riceventi.


Presenti diverse istituzioni con i principali rappresentanti del sistema delle donazioni del sangue che hanno evidenziato la necessità di una soluzione di sistema che coinvolga tutte le parti in causa per raggiungere l’autonomia nazionale mediante l’autosufficienza regionale, supportando le regioni più in difficoltà proprio tramite una stretta collaborazione tra istituzioni, associazioni e professionisti.


A tale riguardo è stato anticipato un memorandum, un protocollo di intesa che le associazioni di volontariato legate alla donazione del sangue sottoscriveranno entro il mese di ottobre insieme alle Associazioni d’Arma a carattere aeronautico, tra le quali l’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia che è capofila. Il protocollo d’intesa sarà illustrato in una conferenza successiva, prevista per il prossimo 5 ottobre.


Il Presidente Nazionale Gen. S.A. (c) Giulio Mainini, sempre attento e sensibile alla tematica, ha accettato l’invito a cooperare: l’A.A.A. - Aviatori d’Italia collaborerà con le associazioni di volontariato del sistema sangue fornendo assistenza nelle piazze e sul territorio per i prelievi, come peraltro già diverse Sezioni e Nuclei del Sodalizio fanno da tempo, e garantendo opportuna comunicazione e sensibilizzazione sul tema nella propria rivista “Aeronautica” e sui canali Social ufficiali della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia.




63 visualizzazioni0 commenti