top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia Regione Puglia e Basilicata “Raduno auto storiche del Centenario”

a cura del Primo Luogotenente (ca) Michele Candeloro,

Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata


Il 7 e l’8 ottobre 2023, nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario dell’Aeronautica Militare, le città di Foggia, Vieste (FG) e Rodi Garganico (FG), hanno ospitato il “Raduno auto d’epoca del Centenario”, nato dalla collaborazione tra il 32° Stormo dell’Aeronautica Militare di Amendola (FG), la Presidenza regionale Puglia e Basilicata dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia e la Sezione di Jacotenente, con il Registro Fiat Italiano - delegazione Puglia e il patrocinio dalla Provincia di Foggia, dei comuni di Rodi Garganico e di Vieste, dal Parco Nazionale del Gargano e dal Porto Turistico di Rodi Garganico.


L’evento organizzato su due giornate, ha avuto inizio presso la prestigiosa “Sala del Tribunale” di Palazzo Dogana, sede della Provincia di Foggia, con la conferenza “I colori autunnali del Gargano e del suo Parco”: un patrimonio naturalistico da tutelare”, alla quale hanno preso parte il comandante del 32° Stormo, Colonnello Pilota Antonio Vivolo, il Presidente regionale dell’A.A.A. - Aviatori d’Italia, Michele Bettuelli, il Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Prof. Pasquale Pazienza e il Dott. Efisio Mastrorazio, referente del Registro Fiat Italiano - delegazione Puglia.


Al consesso, in rappresentanza del Questore di Foggia, ha partecipato il Commissario Capo della Polizia di Stato Dott. Matteo Soccio. Per l’Aeronautica Militare era presente anche il Comandante del Distaccamento Aeronautico di Jacotenente (FG), Tenente Colonnello Antonio Francesco Di Paola. Erano inoltre presenti i Presidenti delle Sezioni dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia di Canosa di Puglia (BA), Foggia e Jacotenente con al seguito i propri Labari, insieme ad una delegazione di Soci e simpatizzanti del Sodalizio.


L’Inno Nazionale, cantato all’unisono da tutti i presenti, ha dato il via all’evento in programma nella prima giornata. Dopo l’apertura dei lavori, da parte del Dott. Angelo De Luca, giornalista e moderatore dell’evento, il Col. Bettuelli ha pronunciato il discorso introduttivo, evidenziando come anche questa occasione, ha messo in luce la sinergia e il profondo legame fatto di storia e di tradizioni che da oltre 90 anni unisce il territorio (Foggia e la sua Provincia) all'Aeronautica Militare e l’A.A.A. – Aviatori d’Italia.


Il Dott. De Luca ha successivamente introdotto l’oratore, Prof. Pazienza, Presidente del Parco del Gargano, che si è soffermato sull’argomento dell’incontro “I colori autunnali del Gargano e del suo Parco”: un patrimonio naturalistico da tutelare”, che ha rappresentato un momento di confronto e approfondimento sui temi della valorizzazione del paesaggio e delle aree protette oltre che alla sostenibilità e alla tutela dell’ambiente del Parco Nazionale del Gargano.


È seguito l’intervento del Col. Vivolo che, nel prendere la parola, ha affermato come l’Aeronautica Militare sia in prima linea nella lotta per la sostenibilità ambientale e contro i cambiamenti climatici. “A tale scopo - ha poi proseguito - piloti e tecnici del Reparto Sperimentale di Volo e del Reparto Tecnologie dei Materiali Aeronautici e Spaziali della Divisione Aerea di Sperimentazione Aeronautica e Spaziale (DASAS) di Pratica di Mare, assieme a ricercatori di Enea e CNR, sono stati impegnati di recente in una serie di prove in volo con un jet AMX alimentato con una miscela di carburante contenente biofuel fino al 25%. Esso costituisce una promettente alternativa al combustibile convenzionale in quanto ottenuto, appunto, da fonti rinnovabili”.


La conferenza e si è conclusa con la donazione di alcune targhe ricordo dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia ai presenti che, a loro volta hanno ricambiato il gradito gesto consegnando un loro omaggio al Presidente regionale.


Il giorno 8 Ottobre, il corteo storico delle auto, è partito da Foggia e si è sviluppato lungo le strade, approdando prima presso l’aeroporto militare “Luigi Rovelli” di Amendola (FG), sede del 32° Stormo dell’Aeronautica Militare, per poi raggiungere successivamente il Distaccamento Aeronautico di Jacotenente ed in fine il Porto Turistico di Rodi Garganico.


Dalla storica Topolino alla Ferrari, passando attraverso la Cadillac Fleetwood le vecchie Fiat 500, le Alfa Romeo, le Lancia Fulvia: tutte tirate a lucido, hanno dato sfoggio di sé facendo tornare alla mente dei meno giovani tanti ricordi, e suscitando tanta curiosità nei passanti lungo il loro percorso.


Gli equipaggi, giunti presso il 32° Stormo sono stati accolti dal Comandante e hanno avuto la possibilità di visitare l’area espositiva contenente reperti storici, fotografie, uniformi e parti di velivoli appartenuti al Reparto, pezzi che raccontano la storia dell’Aeronautica Militare che da più di 90 anni insiste in terra di Capitanata.


La carovana delle auto, giunta a Vieste, oltre ad apprezzare le bellezze naturalistiche durante il tragitto, ha attraversato la cittadina ed ammirato le sue caratteristiche. Un incidente di percorso che ha dilatato enormemente i tempi di percorrenza, non ha consentito alle auto storiche la sosta programmata presso La Marina Piccola, dove una numerosa presenza di cittadini d’autorità erano ad accoglierle.


Nella tarda mattinata gli equipaggi hanno raggiunto il Distaccamento Aeronautico di Jacotenente, dove sono stati accolti calorosamente dal Ten. Col.Antonio Francesco Di Paola. Qui hanno avuto la possibilità di consumare il pranzo presso la locale mensa, al termine del quale, dopo la consegna di una targa al Comandante e del tradizionale “Gheregheghez”, il corteo delle auto ha raggiunto il Porto Turistico di Rodi Garganico, tappa finale della manifestazione.


Accolti dal Sindaco Dott. Carmine D’Anelli e dal Dott. Marino Masiero, Amministratore del Porto Turistico, si è tenuta una suggestiva cerimonia nel corso della quale è stato consegnato, a tutti gli equipaggi, un oggetto che ricordasse la manifestazione ed un presente offerto dallo Sponsor “Rosso Gargano”, ed una targa ricordo alle autorità intervenute. Con l’intervento conclusivo del Sindaco, Dott. Carmine D’Anelli, ha avuto termine la manifestazione.


Lusinghiere parole di apprezzamento sono state espresse dal Presidente del Parco del Gargano, Prof. Pasquale Pazienza e dal Sig. Efisio Mastrorazio, referente del Registro Fiat Italiano – delegazione Puglia, che hanno ringraziato il Col. Bettuelli per l’ospitalità offerta in questa circostanza.


Il Col. Bettuelli al margine dell’evento ha espresso parole di apprezzamento e riconoscenza alle Istituzioni per aver contribuito al successo della manifestazione e un ringraziamento particolare è stato riservato al Comandante del 32° Stormo e del Distaccamento Aeroportuale di Jacotenente per il prezioso supporto fornito, a dimostrazione dei fortissimi legami esistenti tra la Forza Armata e l’A.A.A. - Aviatori d’Italia.


Lodevole l’iniziativa che ha consentito ai presenti, di contribuire con le proprie offerte a fornire un aiuto al progetto di beneficenza dell’Aeronautica Militare “Un dono dal cielo per l’AIRC”, concretamente sostenuto dall’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia. I proventi della raccolta fondi saranno devoluti interamente all’Ifom - Istituto Fondazione di Oncologia Molecolare di AIRC per l’acquisto di macchinari di ultima generazione per la ricerca sul cancro.


Fai la tua donazione: IBAN: IT54C0503403204000000013797

CODICE SWIFT: BAPPIT21A64

C.C. INTESTATO A: ASSOCIAZIONE ARMA AERONAUTICA

CAUSALE: “UN DONO DAL CIELO – RACCOLTA DI BENEFICENZA”


Il Centenario dell’Aeronautica Militare sarà nel segno della solidarietà. “Un dono dal cielo per AIRC” è l’iniziativa di beneficenza, promossa in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, che accompagnerà per tutto il 2023 le iniziative legate alle celebrazioni del centenario della costituzione della Forza Armata. In questo progetto confluiranno le donazioni su base volontaria da parte del personale dell’Aeronautica Militare, di privati ed Associazioni. L’iniziativa benefica intende finanziare la fornitura di apparecchiature tecnologiche sempre più sofisticate e necessarie per la ricerca delle cure contro il cancro in dotazione all’IFOM, l’Istituto di Oncologia Molecolare di Fondazione AIRC.


La tecnologia al servizio della ricerca, per testimoniare ancora una volta, con azioni concrete e tangibili, quanto la Forza Armata è vicina alla collettività.



402 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page