top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia Sardegna in visita al R.S.S.T.A. di Decimomannu (CA)

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Giovedì 1 giugno una rappresentanza di Soci delle Sezioni di San Gavino Monreale (SU) e Alghero (SS) dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia Sardegna, hanno visitato il Reparto Sperimentale e di Standardizzazione Tiro Aereo di Decimomannu (R.S.S.T.A.).


Gli ospiti sono stati accolti dal Comandante del Reparto, Colonnello Federico Pellegrini, che dopo la deposizione di una corona d’alloro presso il monumento ai Caduti, ha tenuto un briefing per illustrare le molteplici attività del R.S.S.T.A.


La visita è proseguita all’International Flight Training School (IFTS) dove il personale del 212° Gruppo Volo / IFTS del 61° Stormo di Galatina e della Leonardo Spa ha mostrato il Campus, le infrastrutture e i velivoli d’addestramento avanzato 346-A della nuova scuola di volo. Il percorso ha previsto anche l’illustrazione dell’attività dell’80° Centro Search and Rescue (CSAR) del 15° Stormo schierato in modo permanente sul sedime, dove gli Specialisti hanno esposto caratteristiche e peculiarità dell’elicottero HH-139.


La rappresentanza A.A.A. - Aviatori d’Italia ha infine visitato la Sala Espositiva del Reparto, memoria storica dello stesso, dove i Soci hanno potuto ripercorrere il proprio periodo di servizio in Aeronautica Militare grazie ai cimeli e al contributo fotografico custodito con grande cura.


Il Presidente A.A.A. – Aviatori d’Italia Sardegna, Aiutante Marco Ignazio Marras, si è detto “entusiasta e particolarmente grato al Comandante e al personale della Base per aver avuto l’opportunità di questa visita estremamente costruttiva e interessante, caratterizzata da un’accoglienza e una disponibilità uniche da parte degli addetti ai lavori”.

Tra i Soci che hanno partecipato all’interessante visita, anche la Dott.ssa Tiziana Palandrani, iscritta alla Sezione di Alghero, che dalle vicende esperite da suo nonno materno, il Col. Gavino Meridda - uno dei primi aviatori militari italiani - ha tratto ispirazione per realizzare il documentario “Diario di un Aviatore”, concorrendo inoltre al premio dell’Associazione Italiana di Public History per i contenuti che valorizzano il patrimonio storico, culturale, materiale e immateriale italiano.


Al termine della visita, il Colonnello Federico Pellegrini ha sottolineato “l’importanza di occasioni come quella odierna, dove il confronto tra generazioni diverse si contraddistingue inequivocabilmente grazie alla passione profusa di chi ha svolto nel passato e di chi svolge nel presente il proprio servizio per il futuro dell’Aeronautica Militare e per il Paese”.


Ringraziamo la Presidenza regionale della Sardegna per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. – Aviatori d’Italia!



132 visualizzazioni0 commenti
bottom of page