top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia Sezione di Bari, Assemblea dei Soci e consegna attestato di Benemerito

a cura del Primo Luogotenente (ca) Michele Candeloro, Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata


Sabato 2 marzo, presso il circolo Ufficiali del Comando Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea (CSAM/3^R.A.) di Bari, si è svolta l’annuale Assemblea di Sezione. La concessione della prestigiosa location rappresenta un ulteriore segnale della considerazione, dell’interesse e della fiducia che la Forza Armata nutre nei confronti dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, a testimonianza dei vincoli che legano queste due realtà nell'affermare i valori e le tradizioni dell'Arma Azzurra.


Nella circostanza il Generale di Brigata Aerea Edi Turco, Capo di Stato Maggiore del Comando CSAM/3 R.A., ha consegnato un attestato di Benemerenza e appuntato il distintivo di Benemerito conferito dalla Presidenza Nazionale su proposta del Consiglio Direttivo di Sezione, al Socio Aviere (ca) Massimiliano Valente, “per aver salvato l’8 agosto del 2021 due bagnanti che hanno rischiato di annegare a causa delle condizioni proibitive del mare”.


Il Generale Turco si è complimentato con l’insignito per le alte doti di altruismo dimostrate nell’azione di salvataggio e per la dedizione e la passione, con le quali si prodiga nello svolgimento delle attività in seno alla Sezione.

Successivamente il Presidente della Sezione, Tenente Colonnello (c) Massimo Montefusco ha illustrato le attività svolte dal Sodalizio nel 2023 e quelle che vedranno impegnata la Sezione nell’anno in corso. Sono stati inoltre approvati i bilanci consuntivo e preventivo, e la relazione del Presidente.


Nel corso del consesso si è inoltre discusso dell’organizzazione dei festeggiamenti per il 70° Anniversario dalla costituzione della Sezione, intitolata al “Capitano Pilota Gino Alberto Priolo”, Medaglia d’Oro al Valor Militare e al “Capitano Pilota Umberto Oriolo” Medaglia d’Oro al Valor Civile. Nella circostanza, i Soci sono stati informati inoltre, sulle opportune modifiche apportate allo Statuto Sociale dell’Associazione Arma Aeronautica, che dovrà essere approvato nel corso dell’Assemblea Straordinaria dei Soci convocata a Roma per il prossimo 23 marzo, la cui deposizione rappresenta il passo necessario e imprescindibile per essere iscritti nel Registro Unico degli Enti del Terzo Settore (RUTS), la cui iscrizione permetterà all’Associazione di godere di numerosi vantaggi.

 

Cap. Pil. Gino Priolo

MOTIVAZIONE MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE

Ufficiale pilota già dispensato dal servizio aeronavigante per malattia contratta in servizio, che gli procurava la perdita di un occhio, allo scoppio dell’attuale conflitto chiedeva ed otteneva la riammissione al pilotaggio. Avuto il comando di una squadriglia tuffatori, formava del proprio reparto una agguerrita unità pronta ad ogni ardimento. In una importante azione di gruppo contro unità navali nemiche, assumeva volontariamente nella formazione una posizione atta a proteggere il proprio comandante ed i gregariEffettuato lo sgancio si gettava con precisa cosciente manovra contro un aereo nemico che attaccava un tuffatore della formazione e lo abbatteva. Attaccato a sua volta da soverchianti forze, sosteneva con indomito coraggio l’impari lotta, finché cadeva sopraffatto nel cielo della battaglia in un alone di gloria imperitura”.

Cielo della Sicilia Orientale, 19 luglio 1943. R.D. 12 Ottobre 1943 F.O. n. 26 pag. 2 B.U. 1944 suppl. 2 pag. 1 e disp. 19 pag. 24

 

Cap. Pil. Umberto Oriolo

MOTIVAZIONE MEDAGLIA D’ORO AL VALOR CIVILE

Componente l’equipaggio di un jet militare in esercitazione di volo, rinunciava ad abbandonare il proprio velivolo che, a causa di un’avaria, perdeva velocemente quota rischiando di precipitare su un centro abitato. Nel generoso e disperato tentativo di impedire che l’ormai inevitabile impatto coinvolgesse vittime innocenti, riusciva a condurre l’aereo alla periferia del paese, ove si schiantava al suolo, perdendo la giovane vita. Nobile esempio di altissimo senso del dovere e di elette virtù civiche, spinti sino all’estremo sacrificio. Melpignano (LE), 16 giugno 1994.”

Data del conferimento: 25/03/1997



352 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page