top of page

A.A.A. – Aviatori d’Italia Sezione di Melfi e 32° Stormo alla XXIII edizione del “Mediashow”

Aggiornamento: 3 apr 2023

a cura del Primo Luogotenente (c) Michele Candeloro,

Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata


A pochi giorni dalla celebrazione del Centenario dell'Aeronautica Militare (28 marzo 2023), proseguono gli impegni da parte della Forza Armata e dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia per portare tra i giovani la “Cultura Aeronautica”.


Nei giorni 31 marzo, 1 e 2 aprile, la Sezione dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia di Melfi (PZ) e il 32° Stormo di Amendola (FG), su invito del dirigente scolastico dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Federico II di Svevia” di Melfi, Prof. Prospero Armentano, hanno preso parte alla XXIII edizione del “Mediashow”, organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata, il contributo del Ministero dell’Istruzione, della Direzione Scolastica Regionale per la Basilicata, della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza e del Comune di Melfi.


La manifestazione, che ha visto la partecipazione di 200 studenti provenienti da tutte le regioni italiane e da diversi paesi esteri, si propone come momento di riflessione sugli sviluppi e le trasformazioni del mondo contemporaneo determinati dalle nuove tecniche multimediali di comunicazione e vuol essere una vetrina per i giovani talenti e un aggiornamento per i docenti sui temi della multimedialità e delle nuove tecnologie favorendo allo stesso tempo l’incontro e lo scambio di conoscenze e competenze tra docenti e alunni provenienti da regioni e contesti socio-culturali diversi.


Nel corso della manifestazione, i Soci della Sezione e il personale dello Stormo, hanno avuto la possibilità di illustrare le opportunità di carriera offerte dall’Aeronautica Militare ai giovani e far conoscere il lavoro svolto da tutti noi a favore della collettività e del cittadino e promuovere, inoltre, i valori e le tradizioni che animano l’operato dell’A.A.A. - Aviatori d’Italia, che da sempre opera affianco dell’Aeronautica Militare.


Moltissimi gli studenti che si sono avvicinati al desk informativo allestito all’interno dell’Istituto. Attraverso l’ausilio di alcuni contributi multimediali, i visitatori hanno avuto modo di conoscere anche le attività istituzionali svolte dalla Forza Armata.


Si è trattato di un’occasione unica per la comunità locale e per i giovani provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero di poter avere un contatto diretto con l’Arma Azzurra. Non sono mancate infatti le attività promozionali con la divulgazione di materiale informativo e pubblicitario effettuata dal personale del 32° Stormo di Amendola (FG) e dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia.


Molto gradita ai presenti, è stata la mostra di modellismo aereo statico in scala allestita dal Socio della Sezione di Melfi, Antonio Sedile.


Il 2 aprile, nell’emiciclo del Comune di Melfi alla presenza dell’amministrazione comunale della Città, tra le autorità istituzionali erano presenti anche il Comandante del 32° Stormo di Amendola, Col. Pil. Roberto Massarotto, il Col. (c) Michele Bettuelli, Presidente regionale dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia di Puglia e Basilicata e il Presidente della locale Sezione, Primo Aviere (c) Luigi Lorusso.


“Ringrazio per avermi invitato qui oggi. - ha esordito il Col. Massarotto - Vorrei innanzitutto congratularmi con chi ha ideato questa iniziativa venticinque anni fa, perchè è stato lungimirante. Un contesto un po' strano la presenza di un rappresentante dell’Aeronautica Militare qui oggi vi chiederete. Stiamo parlando di tecnologia, stiamo parlando di media, qualcosa che al giorno d’oggi è imprescindibile. Io come rappresentante dell’Aeronautica Militare che è votata alla tecnologia sin dai suoi albori, che da qualche giorno ha compiuto 100 anni e li stiamo festeggiando proprio all’insegna della tecnologia, dei media e della comunicazione. Quindi veramente congratulazioni per questa manifestazione molto interessante. Ho sentito dire che in questi tre giorni si è trattato anche di orientamento, ovviamente il nostro è un piccolo contributo, quello che diamo è una prospettiva su quello che l’Aeronautica Militare può offrire, che non è solo il pilota, ma ci sono anche tantissime altre professionalità. Mi rivolgo a voi ragazzi. A prescindere da quelle che possono essere le vostre aspettative per il futuro, ponetevi degli obiettivi, qualunque essi siano, cercate di perseguirli per raggiungere il vostro risultato. Sicuramente ci saranno degli insuccessi che non sono fallimenti, ma ogni insuccesso apre la strada a nuove possibilità, un po’ come l’acqua, quando trova un ostacolo prima o poi trova un'altra via. Se c’è l’impegno, sicuramente prima o poi il successo arriverà. In bocca al lupo”.


Per il Prof. Armentano, “…la presenza dell’Aeronautica Militare e dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia è uno stimolo forte per studenti e scuole che da anni si impegnano nella promozione delle nuove tecnologie”.




183 visualizzazioni0 commenti

Yorumlar


bottom of page