top of page

A.A.A. Monterotondo-Mentana, 91 anni dalla scomparsa del Cap. Fausto Cecconi, pilota da record

Il 19 marzo 1931 scompariva in un incidente di volo, sul cielo di Marina di Pisa, il Cap. M.O.V.A. Fausto Cecconi di Monterotondo: meno di un anno prima aveva partecipato alla Crociera aerea transatlantica Italia-Brasile, e qualche mese prima ancora aveva conquistato, insieme al T. Col. Umberto Maddalena a bordo di un Savoia-Marchetti S.64, il primato mondiale di durata e distanza in circuito chiuso, segnando 67 ore e 13 minuti di volo senza sosta, con 8188 km e 800 metri di percorrenza. Il Capitano Cecconi fu inoltre Capo Corso del Corso Aquila I e “Sciabola d’Onore” all’Accademia Aeronautica.


In occasione del 91° anniversario dal tragico evento, il 19 marzo 2022 la Sezione Monterotondo-Mentana dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia ha commemorato Fausto Cecconi deponendo una corona di fiori al monumento eretto alla memoria dell’indimenticato pilota monterotondese, un Arco di Trionfo, partecipando inoltre alla celebrazione della Messa in suo onore presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie. Alla cerimonia hanno preso parte diversi soci della Sezione, insieme ai componenti del Consiglio Direttivo guidati dal Presidente dell’A.A.A. Monterotondo-Mentana Brig. Gen. (r) Aldo Del Sordo. Presente anche il socio Bernardo Cecconi, pronipote del Cap. Fausto Cecconi, e la Direttrice Sanitaria dell’Ospedale SS. Gonfalone di Monterotondo, Dott.ssa Paola Calvaresi, già appassionata dell’Arma Azzurra, che ha espresso la propria disponibilità ad iscriversi all’A.A.A. – Aviatori d’Italia.




280 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page