top of page

AAA – Aviatori d’Italia di Milano, Borsa di Studio all’Istituto Umberto Maddalena di Cadimare (ONFA)

Aggiornamento: 29 apr 2023

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Lo scorso venerdì 28 Aprile la Sezione di Milano dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia ha partecipato alla cerimonia di Giuramento degli Allievi dell’Opera Nazionale dei Figli degli Aviatori (ONFA) che si è svolta a Cadimare (SP), sede dell’Istituto Umberto Maddalena. In questa importante e solenne occasione la Sezione ha donato la prima borsa di studio intitolata al suo Emerito Presidente, Generale di Brigata Aerea Vittorio Vinciguerra, e dedicata agli allievi ONFA.


Madrina d’eccezione della cerimonia la nipote del generale, Signora Agnese Vinciguerra, affiancata dal decano e memoria storica della Sezione di Milano, il Socio Ten. Roberto Forti. Entrambi hanno ricordato con passione, orgoglio e commozione le gesta dell’amato nonno e del rispettato presidente onorario, suscitando il convinto plauso di tutti i presenti.


Il Gen. B.A. Ruolo d’Onore Vittorio Vinciguerra, per la sua intensa attività di volo e le numerose missioni di guerra compiute, fu decorato con la Croce di Guerra al Valor Militare con la seguente motivazione:


“Pilota di velivolo da combattimento compiva missioni di ricognizione alturiere e di scorta a convogli nazionali. Ferito in un incidente di volo, si rammaricava solamente di dover abbandonare il posto di combattimento. Cielo del Mediterraneo e dell’A.S.I. - 24 settembre 1941 / 23 aprile1942.”


Venne anche proposto per la Medaglia d’Oro, ma con l’8 settembre la pratica venne smarrita e lui scelse di non fare mai alcuna pressione per darle seguito.


La sera del 23 aprile 1942 una formazione di quattro bombardieri CANT Z.1007bis decollarono da Barce per bombardare di notte Tobruk, Africa Settentrionale. Della formazione, come quarto velivolo, faceva parte l’allora tenete pilota Vittorio Vinciguerra che ricorderà: “Poco dopo il decollo, con il pieno di carburante ed il ventre dell’aereo carico di bombe, vidi l’apparecchio prendere fuoco. Né io né i componenti dell’equipaggio ci accorgemmo di essere attaccati dalla caccia inglese. Solo a posteriori, un testimone ci raccontò di aver visto uno Spitfire mitragliare il nostro velivolo”.


Le ferite gli causarono sette anni di cure fra ospedali e cliniche specializzate: sette anni di inaudite sofferenze e di silenzioso martirio senza mai una parola di rammarico o di vanto.


Iscritto all’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, fu Vice Presidente Nazionale e Presidente della Sezione di Milano dal 24 aprile 1977 fino alla sua morte il 24 giugno 1996.


Alla splendida e commovente cerimonia, tra le altre autorità, hanno partecipato il Comandante della 1^ Regione Aerea, Gen. S.A. Francesco Vestito, il Presidente dell’O.N.F.A., Gen. S.A. (r) Paolo Magro, il Comandante dell’Istituto Umberto Maddalena, Col. Davide Testa, il Vice Presidente Nazionale Vicario dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia, Aviere Scelto Calisto Mario Bussandri ed il Presidente della Sezione A.A.A. – Aviatori d’Italia di Milano, Gen. S.A. (r) Roberto Zappa, oltre agli allievi che avevano partecipato alla precedente cerimonia di giuramento.


L’Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori provvede all’assistenza dei figli del personale deceduto dell’Aeronautica Militare. L’ONFA ha assistito dal 1920 ad oggi oltre 6000 orfani. Attualmente assiste i ragazzi in famiglia in età scolare con contributi scolastici di importo crescente dalla Scuola Materna all’Università e fornisce contributi alle famiglie più bisognose. Sono ammessi all’assistenza tutti gli orfani del personale militare deceduto. Sono considerati orfani agli effetti dell’assistenza sia i figli nati nel matrimonio che fuori dal matrimonio e comunque tutti i figli riconosciuti nelle forme di legge. I ragazzi e le ragazze, al compimento del 16° anno di età, se abili al servizio militare, possono arruolarsi in Aeronautica Militare con ferma quadriennale ed essere ospitati presso l’istituto “Umberto Maddalena” di Cadimare per frequentare la scuola media superiore o l’università.

L’ONFA, non riceve contributi dallo Stato ma si sostiene in massima parte con donazioni volontarie effettuate dal personale dell’Aeronautica Militare.


L'Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori può essere contattata all’indirizzo mail:


Ringraziamo il Presidente della Sezione di Milano, Gen. S.A. (r) Roberto Zappa, per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. – Aviatori d’Italia!



558 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page