top of page

Al via “100 anni di impegno dell’Aeronautica Militare al servizio dell’Italia”

Il progetto dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia per il Centenario A.M.


L’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia ha lanciato “100 anni di impegno dell’Aeronautica Militare al servizio dell’Italia”, un progetto propedeutico alle celebrazioni ufficiali del Centenario A.M. del 2023. Partendo in anticipo, dagli ultimi mesi del 2021 passando per il 2022 fino all’inizio del 2023, 15 città d’Italia ospiteranno quindici convegni che analizzeranno e ripercorreranno i primi cent’anni dell’Aeronautica Militare, suddivisi in 15 periodi temporali importanti per la Forza Armata e in generale per la Storia del Paese. Un modo per contribuire alla diffusione della cultura aeronautica, per far conoscere il passato e il presente dell’Aeronautica Militare e l’apporto da essa fornito in difesa degli interessi nazionali. L’obiettivo è preparare il terreno all’importante anniversario dell’Arma Azzurra previsto per il 28 marzo 2023.


Il 25 novembre si è svolto a Lecce il primo di questi incontri, il convegno “Perché volare? Le origini: dai fratelli Wright alla Grande Guerra”, presso la Sala Congressi del Campus Universitario “Ecotekne” dell’Università del Salento.


Presenti numerose autorità civili e militari, il Presidente A.A.A. della Regione Puglia, Col. Michele Bettuelli, e il Presidente Nazionale dell’Associazione, il Gen. S.A. (c) Giulio Mainini. La platea, composta principalmente da giovani, i ragazzi degli Istituti di Istruzione Secondaria Superiore di Lecce, si è rivelata estremamente attenta alle tematiche trattate, ponendo al termine degli interventi, numerose ed interessanti domande al Colonnello Filippo Nannelli, Comandante del 61° Stormo di Galatina, e al Presidente Giulio Mainini.




238 visualizzazioni0 commenti

댓글


bottom of page