top of page

Il Dipartimento Attività Aeronautiche collabora con l’Ordine degli Avvocati di Milano

Si è concluso, con un successo e i complimenti di tutti i partecipanti, l’intervento del Dipartimento Attività Aeronautiche dell'Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d'Italia al corso di Diritto Aeronautico per l’Ordine degli Avvocati di Milano.


Il corso è riconosciuto dall’Ordine e consente di acquisire crediti formativi necessari per la formazione continua di coloro che operano nel settore legale. È la prima volta che l’A.A.A. – Aviatori d’Italia conduce la componente tecnica di un’attività formativa di un Ordine degli Avvocati.


Circa 50 iscritti all’Ordine che hanno seguito l’intervento del Generale di Squadra Aerea (r) Maurizio Lodovisi, capo del Dipartimento Attività Aeronautiche e del Generale di Divisione Aerea (r) Carlo Landi che hanno illustrato rispettivamente le tematiche riguardanti i processi di certificazione dei velivoli militari e dei droni e le principali caratteristiche del settore dei velivoli ultraleggeri in Italia.


Il gen. Lodovisi ha tenuto a sottolineare che il suo intervento è stato preparato in stretta collaborazione con il Gen. Isp. C. (r) Franco Langella, già a capo della Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (ARMAEREO).


Presenti, in qualità di docenti, il Prof. Bruno Franchi, Presidente Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV), professore di diritto aeronautico Università di Modena e Reggio Emilia ed il Prof. Simone Vernizzi, professore associato di diritto dei trasporti e della navigazione dell’Università di Modena.


Le presentazioni dei generali Lodovisi e Landi, che portavano il logo dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia, hanno completato in maniera esemplare gli interventi dei due cattedratici che avevano illustrato gli aspetti più squisitamente legali dell’argomento.


Ancora una volta l’Associazione Arma Aeronautica si è qualificata quale strumento di diffusione della Cultura Aeronautica nel nostro Paese ad ogni livello.

L’impegno del Dipartimento Attività Aeronautiche scaturisce da un preciso disegno dell’attuale Presidente Nazionale, Generale di Squadra Aerea (c) Mainini, che intende inserire in maniera più proattiva ed efficace l’intera Associazione nel tessuto sociale italiano per portare la Cultura Aeronautica in ogni ambito.


Il Gen. Lodovisi ha illustrato i vari momenti di un processo di certificazione militare e sottolineato l’importanza del lavoro svolto dalla direzione generale armamenti aeronautici e aerospaziali che ha la responsabilità, tra le altre, di condurre le certificazioni dei velivoli militari e di quelli ad uso militare.


Il Gen. Landi ha sintetizzato modalità operative e tecniche del settore dei velivoli ultraleggeri in Italia sfatando ancora una volta, sulla base dell’esperienza e di dati tecnici, i preconcetti sulla loro sicurezza. “I velivoli ultraleggeri oggi impiegati in Italia sono aerei a tutti gli effetti costruiti in molti casi - ha detto Landi - da aziende aeronautiche impegnate anche nel settore dei velivoli certificati, quindi con una cultura ed una professionalità aeronautica di tutto rispetto.” Quello che fino ad oggi è stato carente nel settore è stata una efficace Promozione della Sicurezza del volo, secondo un moderno concetto di Flight Safety Management System ed a detta anche del Prof. Franchi una normativa nazionale non esattamente in linea con i recenti dettami comunitari.

Per questo è fondamentale, ha concluso Landi, “continuare ad insistere sulla diffusione di una Cultura Aeronautica che sia la più pervasiva possibile, ruolo che l’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia può svolgere nel migliore dei modi collaborando con tutte le istituzioni aeronautiche nazionali e facendo leva sulla generosità, la professionalità e l’esperienza maturata da tutti i suoi soci.”


Il Presidente Nazionale, Generale di Squadra Aerea (c) Giulio Mainini, ha mostrato particolare apprezzamento verso il valore di questi interventi che, come il seminario di 10 ore “Principles of Flight Safety” condotto in Inglese alla Facoltà di Ingegneria della Sapienza dalla DAA, consentono all’A.A.A. – Aviatori d’Italia di contribuire, in ambienti professionali e di alta formazione, all’incremento della Cultura Aeronautica attuando puntuali previsioni dello Statuto e valorizzando le conoscenze e le esperienze aeronautiche che sono patrimonio dell’Associazione Arma Aeronautica.




312 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page