top of page

L’A.A.A. Sezione Prato e Nucleo Montemurlo celebra finalmente il trentennale dei Caduti del Lyra 35

Lo scorso 8 gennaio 2022 ricorreva il trentennale del tragico incidente del Lyra 35, un G-222 del 2° Gruppo della 46^ Brigata Aerea di Pisa caduto presso il monte Iavello l’8 gennaio 1992 durante un volo di addestramento tattico a bassissima quota: nell’impatto perirono il Magg. Carlo Stoppani, il Ten. Paolo Dutto e il Maresciallo Cesare Nieri.


La Sezione di Prato ed in particolare il Nucleo di Montemurlo dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, come consolidata usanza, avevano predisposto l’annuale cerimonia commemorativa: purtroppo le restrizioni pandemiche attuate ai primi di gennaio hanno impedito il suo svolgimento, seppure in ogni caso la Brigata ed il Gruppo non abbiano fatto mancare la loro Corona in ricordo dei tre Caduti, con la partecipazione del Gen. Eupremio Greco, all’epoca Comandante il 2° Gruppo.


Dopo aver valutato date, possibilità e disponibilità di tutti gli interessati, si è potuta finalmente fissare una nuova cerimonia per il triste anniversario nella giornata di sabato 11 giugno 2022, anche in questo caso organizzata dall’A.A.A. - Aviatori d’Italia, di concerto con il Comune di Montemurlo e alla presenza di autorità civili e militari e della cittadinanza locale.


Il Presidente dell’A.A.A. di Prato Francesco Farina ha aperto le cerimonie presso il monumento a ricordo dei Caduti presso i giardini di Fornacelle, portando i saluti ad autorità e partecipanti e rammentando l’importanza del ricordo di chi perse la vita in quel tragico incidente aereo. Nel ringraziare quanti hanno sempre sostenuto questo importante evento, ha ricordato il Maresciallo Vito Messineo, mancato di recente, che all’epoca dei fatti era il Comandante della Stazione Carabinieri di Montemurlo. Subito dopo Don Jarek, parroco della chiesa di Fornacelle, ha celebrato la Santa Messa “al campo” davanti all’effige della Madonna di Loreto, Santa Patrona degli aviatori che la Sezione conserva nel Santuario della Madonna del Giglio in Prato.


Dopo l’alzabandiera accompagnato dalle note dell’Inno di Mameli è seguita la cerimonia militare con le deposizioni della Corona della 46^ Brigata Aerea, seguita dal “Silenzio”, insieme ai fiori del Comune di Montemurlo. A seguire, gli interventi di Simone Calamai, Sindaco di Montemurlo, del T. Col Filippo Monesi Comandante del 2° Gruppo e del Gen. B.A. Alessandro De Lorenzo Comandante della 46^ B.A., mentre il Presidente Farina ha letto l’intervento del Gen. Eupremio Greco.


A ricordo di questa ricorrenza è stato dato alle stampe un piccolo libro, a cura della Sezione, con il patrocinio ed il contributo del Comune di Montemurlo, sempre presente. Le fasi salienti della cerimonia sono state accompagnate dalle musiche della Filarmonica Verdi di Montemurlo.




275 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page