top of page

Online il numero 106 di "Forum Aviatori" dell’A.A.A. Fidenza: 2 nuove rubriche per il decimo anno!

Ecco il nr. 106 di gennaio 2022 del “FORUM degli Aviatori”, notiziario mensile on-line dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia, Sezione di Fidenza, entrato nel sito e nei canali Social ufficiali dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia a partire dal numero 100 di luglio 2021. A gennaio, “Forum” è entrato nel suo 10° anno di attività, con 106 mesi di notizie dedicate ininterrottamente, dal 2013 al 2022, all’informazione dei Soci del Sodalizio e degli esterni. E festeggia con due nuove rubriche su storia e aeromodellismo, più un racconto inedito del figlio di Arturo Ferrarin.


L'ultimo numero del mensile dell'A.A.A. di Fidenza è consultabile cliccando sul file pdf di seguito.


Forum-n°106-gennaio-2022-1
.pdf
Scarica PDF • 4.36MB

L’A.A.A. Fidenza comincia il decimo anno di “Forum” con aggiornamenti sul suo sito www.assoaeronauticafidenza.it, che presenta una pagina dedicata alla storia della Sezione: un tuffo nel passato con l’Asso Luigi Gorrini, a cui essa è dedicata. Non mancano gli approfondimenti di Storia tra i contenuti di questo mese, con la cronaca delle bombe su Manama in Bahrein il 18-19 ottobre 1940 - ad opera degli S.M. 82 nel più lungo volo di formazione da bombardamento, durante la 2^ Guerra Mondiale – e il più recente racconto di un “Caso Ustica made in France”, per la regola “tutto il mondo è paese”: il misterioso incidente del volo Ajaccio-Nizza “Air France 1611” l’11 settembre 1968. Per gli appassionati del mondo navale, i primi storici passi della risorgimentale “Marina del Re” e, con un viaggio nel tempo dagli anni ’60-’70 dell’Ottocento ai giorni nostri, il capitano Amy Bauernschmidt, la prima donna al comando di una portaerei nucleare nella storia della US Navy americana, la USS Abraham Lincoln, salpata il 3 gennaio 2022 da San Diego alla volta del Pacifico. Per la rubrica delle esplorazioni spaziali “Lo spazio è di tutti”, il libro “Homo Caelestis” dell’ing. Tommaso Ghidini dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e la sua promessa di divulgazione sulla scienza astronautica italiana a studenti e soci degli Aviatori d’Italia di Fidenza…nei cui ranghi figura anche chi collaborò al Progetto San Marco del Professor Luigi Broglio, Generale del Genio Aeronautico e scienziato di fama mondiale, che con esso portò avanti la scienza spaziale italiana, di cui è ritenuto il Padre. Per gli eventi, il 225° anniversario dell’adozione della prima Bandiera Tricolore italiana, con una pillola di storia sul 7 gennaio 1797 e le celebrazioni di inizio 2022 a Reggio Emilia, con la Banda Musicale della Polizia di Stato e un paracadutista del Reparto Attività Sportive dell’Esercito - Brigata Folgore.


Ma “FORUM” inizia il suo decimo anno di attività anche con due novità. Si comincia con “It happened in the sky” – “Accadde nel cielo… a gennaio”: rubrica da calendario storico mensile su conquiste, primati, eventi, anniversari, accidenti e avventure, riportati mese per mese, riguardanti l’Aeronautica e il volo in Italia e nel mondo. Dalla nascita del dirigibilista Umberto Nobile nel 1885 al primo volo di linea della storia nel 1914, dal primo capo di Stato Maggiore della Regia Aeronautica, Gen. S.A. Pier Ruggero Piccio nel 1926, alla trasvolata atlantica dei Sorci Verdi nel 1935… fino alla riorganizzazione della Brigata Aerea Organizzazioni Speciali (B.A.O.S.) sul sedime di Furbara nel 2021. La seconda novità è una rubrica dedicata al modellismo aereo, che spazia dai modellini statici in miniatura ai modelli in grande scala, anche volanti: questa prima pagina di Aeromodellismo è dedicata alla riproduzione volante di un CANT Z.501 Gabbiano ad opera dell’Ing. Carlo Martegani, socio della sezione A.A.A. – Aviatori d’Italia di Gallarate.


Il socio Ing. Martegani è protagonista anche di un’interessante pagina dedicata al mitico Arturo Ferrarin, eroe del Raid Roma-Tokyo, commemorato nel luglio 2021 a Guidonia dall’Aeronautica Militare e dall’Associazione Pionieri. Per i 100 anni della storica impresa celebrati a Induno, l’ingegnere dell’A.A.A. di Gallarate ha fatto esporre un modello volante da lui realizzato, riproduzione in larga scala del biplano S.V.A. in legni e tela con il quale Ferrarin volò fino al Giappone. Il socio degli Aviatori d’Italia ha anche potuto intervistare l’amico Carlo Ferrarin, figlio di Arturo, il quale ha potuto rivelare ricordi inediti sulla vita del padre, con un aneddoto sul suo aereo privato preferito, il monoplano D.H. 85 “Leopard Moth”. C’è spazio anche per una storia del monumento dedicato ad Arturo Ferrarin, realizzato 35 anni fa presso l’Aeroporto di Guidonia, proprio nel luogo dove scomparve il celebre aviatore durante il collaudo di un SAI Ambrosini 107 sperimentale, il 18 luglio 1941, “nel nobile intento di fornire alla Patria nuove gloriose ali”. Rivalutato nel 101° anniversario della trasvolata Roma-Tokyo, il monumento è una stele in pietra posta a terra, proprio sul luogo vero e proprio del fatale incidente di Ferrarin, a segnare simbolicamente il punto di impatto, circoscritto con lastre di peperino distanziate affinché rimanesse evidente il tratto della pista in erba dove si schiantò il velivolo. Curiosità: fu proprio il Presidente dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia di Fidenza, il Colonnello Alberto Bianchi, a progettare il monumento di Guidonia in onore di Ferrarin nel 1987, in occasione del 50° anniversario della Città dell’Aria, in concomitanza con il ricordo del Generale Guidoni da cui prende il nome la città.


I più recenti numeri di “Forum degli Aviatori” sono consultabili sul sito www.assoaeronauticafidenza.it e sui canali social ufficiali della Presidenza Nazionale A.A.A. – Aviatori d’Italia. Buona lettura!

110 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page