top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia di Casamassima per la campagna Azalea della Ricerca di Fondazione AIRC

a cura del Primo Luogotenente (ca) Michele Candeloro, Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata

 

Domenica 12 maggio 2024, in occasione della Festa della Mamma, nell’esclusivo perseguimento delle principali finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale previste nello Statuto dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, come ormai avviene da diversi anni, la Sezione di Casamassima (BA) intitolata al Sottotenente Pilota Vincenzo d’Addetta, Medaglia d’Argento al Valor Militare, è tornata in piazza a fianco della Fondazione AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), per sostenere i ricercatori impegnati a trovare diagnosi sempre più precoci e terapie più efficaci per i tumori che colpiscono le donne.

L’Azalea della Ricerca infatti è sinonimo di Festa della Mamma. Il fiore di Fondazione AIRC è infatti diventato il simbolo di questa speciale ricorrenza. Sbocciata per la prima volta nel lontano 1984, questa colorata pianta si è dimostrata una preziosa alleata per la salute al femminile e per il lavoro dei ricercatori sostenuti da AIRC.


La Sezione ha recepito così l’invito di collaborazione, per fornire un contributo materiale in termini di personale volontario e organizzazione, alla campagna l'”Azalea della ricerca di fondazione AIRC”. Si è inteso così contribuire ad un’attività di sensibilizzazione che vuole sconfiggere una delle malattie neurologiche più gravi ma anche più comuni. Una malattia imprevedibile, variabile e di cui non si conoscono le cause.


Dalle ore 07.00 di questa stamattina fino alle ore 11.30 i Soci della Sezione hanno venduto le 120 piantine che l’AIRC ha messo a loro disposizione, il cui ricavato è stato consegnato dal Presidente della Sezione, Luogotenente (ca) Raffaele Radogna, nelle mani dei responsabili locali AIRC, che hanno ringraziato l’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia per la collaborazione fornita.


Sostenere i ricercatori impegnati a trovare diagnosi sempre più precoci e terapie più efficaci per i tumori che colpiscono le donne è il messaggio che AIRC vuole trasmettere attraverso questa campagna per tutto il mese di maggio: la stessa forza che parte dalla ricerca, arriva alle pazienti, e si moltiplica grazie al sostegno delle persone che sono loro vicine e se ne prendono cura ogni giorno.


I nostri Soci, ancora una volta, hanno fatto la loro parte, sul fronte della battaglia contro il cancro, come accaduto anche in circostanze precedenti.



123 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page