top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia e SVAM di Taranto, sinergia per la riqualificazione delle aree militari

a cura del Primo Luogotenente (a) Michele Candeloro,

Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Regione Puglia - Basilicata


Continuano senza sosta le iniziative di solidarietà promosse dalla Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare (SVAM) e della Sezione dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia di Taranto per la raccolta fondi il cui ricavato sarà destinato al progetto di valorizzazione dell’allora idroscalo “Luigi Bologna” e del monumentale “Palazzo Brasini”, fino a pochi anni fa sede del Comando della SVAM, per il quale SVAM attraverso la locale Sezione dell’AAA ha avviato una importante attività di promozione del promontorio del “Pizzone” e del Palazzo “Brasini”, quale “luogo del cuore” del Fondo Ambiente Italiano (FAI) tramite la sottoscrizione di una raccolta di firme per la rivalutazione di questi luoghi e una maggiore apertura a favore della cittadinanza.


La Sezione di Taranto dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia anche in occasione di questo importante progetto sta collaborando con la SVAM di Taranto, a conferma del forte legame che unisce il Sodalizio e l’Aeronautica Militare.


I luoghi del cuore”, è il più importante progetto italiano di sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio che permette ai cittadini di segnalare al FAI attraverso un censimento biennale i luoghi da non dimenticare.


Sabato 26 novembre infatti, presso la Sala Convegno Unificata della SVAM, si è svolto un torneo di burraco finalizzato ad una raccolta fondi di beneficenza per il Natale a favore dell’Associazione Duchenne Parent Project - associazione di pazienti e genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker - ed alla raccolta di firme per sostenere il progetto de i “luoghi del cuore” che oggi colloca Palazzo Brasini al 86° posto nella graduatoria su circa 500 luoghi segnalati in tutto il Paese.


L’immenso Patrimonio storico-artistico che caratterizza la città di Taranto, tra cui emergono il promontorio del “Pizzone” e Palazzo “Brasini”, rappresenta una vera e propria ricchezza, sia in termini quantitativi che qualitativi, non solo per la comunità tarantina, ma anche per le tante donne e i tanti uomini dell’Arma Azzurra che, dalla nascita dell’Idroscalo L. Bologna, ai giorni nostri, hanno varcato i cancelli del “Centro Istruzione reclute A.M.” (C.I.R.A.M., anni 1946-52), della “Scuola Specialisti Aeronautica Militare”(1954-58 e 1967-77), della “Scuola Addestramento per le Reclute dell'Aeronautica Militare” (S.A.R.A.M., 1° novembre 1977- 30 ottobre 2004), e non ultimo dal 1° Novembre 2004 la “Scuola Volontari di Truppa dell’Aeronautica Militare(S.V.T.A.M.), che dal 1° giugno 2018 ha assunto la denominazione di “Scuola Volontari Aeronautica Militare”, con la missione di provvedere alla formazione militare e morale del personale di truppa destinato a prestare servizio in Aeronautica Militare nonché alla relativa istruzione professionale specifica.


I beni culturali fanno parte di una memoria storica e di un’identità collettiva che non possiamo perdere: preservarli fisicamente è il presupposto imprescindibile per la fruizione degli stessi e per la loro promozione e trasmissione alle prossime generazioni. “Per questo motivo - ha dichiarato il Comandante della Scuola, Col. Claudio Castellano - desideriamo invitare tutti i Soci dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia a sostenerci nel portare avanti questo progetto, tramite la sottoscrizione di una raccolta firme. Supportateci anche Voi nella valorizzazione del promontorio del “Pizzone” e del Palazzo “Brasini” e saremo protagonisti attivi nella salvaguardia del nostro Patrimonio nazionale e nella preservazione della nostra identità aeronautica".


C’è tempo fino al 15 dicembre per sostenere il progetto, collegandosi al link https://fondoambiente.it/luoghi/idroscalo-e-palazzo-brasini-taranto?ldc e seguendo le indicazioni per esprimere il voto o compilando il modello qui allegato

modulo racc firme (1)
.pdf
Download PDF • 532KB

inviandolo alla Sezione di Taranto dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia attraverso l'e-mail taranto.118@assoaeronautica.it


Approfondisci guardando il video dell’Aeronautica Militare:

100AnniDiNoi: la Scuola Volontari Aeronautica Militare https://youtu.be/KDggBgm925U


Palazzo Brasini

L'idroscalo di Taranto è ubicato sul secondo seno del Mar Piccolo (seno grande). Fu realizzato dalla Regia Marina Militare negli anni 1914-15 come Stazione di Idrovolanti e come scuola di Osservazione Aerea per gli ufficiali. Tra gli allievi l'idroscalo annoverava un Principe di Casa Savoia (1918). Nel 1919 divenne la sede del Comando del Basso Adriatico e dello Jonio. Nel 1923 anno della costituzione dell'Aeronautica Militare, l'idroscalo fu assegnato alla Regia Aeronautica ed intitolato al TV Luigi Bologna. Nel 1925 accoglie il comandante Francesco De Pinedo al suo rientro dalla crociera dopo un volo di 55.000 Km. La sede del Comando dell'idroscalo fu allocata nel Palazzo Brasini dal nome dell'arch. Brasini che lo progettò nel 1918 e che fu terminato nel 1925. Il Palazzo fu anche sede del Circolo ed Alloggi Ufficiali. Ha ospitato molti personaggi storici tra i quali lo stesso De Pinedo ed Italo Balbo. Attualmente è la sede della Scuola Volontari Aeronautica Militare (SVAM).


La Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare

La Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare di Taranto è l’unico polo formativo dedicato alla selezione, formazione e addestramento del personale aviere volontario dell’Arma Azzurra, il compito principale del quadro permanente costituito da formatori e istruttori è quello di alimentare nel personale volontario una convinta ed etica partecipazione al servizio.



521 visualizzazioni0 commenti
bottom of page