top of page

A.A.A - Aviatori d'Italia Sezione di Manzano, visita in Trentino a Base Tuono e al Museo Caproni

a cura del Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia

 

Sabato 29 e domenica 30 giugno, la Sezione di Manzano (UD) dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia ha organizzato per i Soci e familiari una visita in Trentino che riporta nel passato e contemporaneamente proietta all'attuale realtà operativa che vive oggi il Friuli ospitando il 2° Stormo, polo nazionale di difesa aerea missilistica dell’Aeronautica Militare.


Immersi in un capitolo della storia recente attraverso il percorso espositivo, i visitatori hanno potuto conoscere ed apprezzare una delle tre sezioni di lancio della Base Missilistica di Passo Coe di Folgaria, attiva dal 1966 al 1977. La Sezione di lancio Alfa (oggi nota come Base Tuono), insieme alla Sezione Bravo e alla Sezione Charlie, assicurava la sorveglianza dello spazio aereo del Brennero, allora considerato possibile corridoio di attacco sovietico.


I visitatori hanno avuto l'opportunità di vedere i missili e le consolle di comando, gli apparati elettronici per il controllo e il lancio, i radar che guidavano i missili al bersaglio ma soprattutto di rivivere con racconti e simulazioni i momenti in cui i nostri Aviatori avviavano il countdown.


Accessibile anche il nuovo hangar, casa di un F-104 Startfighter e il sistema missilistico Spada.


Il parco di Base Tuono si ricollega geograficamente al Museo dell'Aeronautica di Trento, intitolato a Giovanni Caproni. Un vero e proprio viaggio nella storia dell'aeronautica italiana attraverso storie di aerei, specialisti e piloti. I Soci hanno potuto apprezzare gli aspetti sportivi, militari e tecnologici del tema aeronautico proposto dal museo che ripercorre il 900 della storia del nostro paese. Per la ditta Caproni aveva lavorato l'Aviatore Antonio Chiodi, colui a cui è intitolata la Sezione A.A.A. - Aviatori d’Italia di Manzano, che in qualità di ingegnere capo collaudatore realizzò per la ditta aerei e prototipi; suo il progetto nel 1935 del Caproni C.H.1.



Hanno arricchito queste due giornate entusiasmanti, momenti di convivialità e condivisione che con il tradizionale Gheregheghez hanno animato lo spirito aeronautico dei Soci.


A conclusione dell’evento, il Presidente della Sezione A.A.A. - Aviatori d’Italia di Manzano, Primo Luogotenente Moreno BASSI, ha voluto ringraziare la Fondazione Museo Storico del Trentino e il Curatore di Base Tuono Dottor Maurizio Struffi, per l'accoglienza e l'esposizione che ha coinvolto ed emozionato i partecipanti, riportando tutti a rivivere un capitolo di storia italiana ed europea al servizio del Paese.


Ringraziamo la Sezione di Manzano per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia

 



178 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page