top of page

AAA – Aviatori d’Italia di Prato ha festeggiato i primi 35 anni di vita nell’anno del centenario AM

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Nell’anno della ricorrenza del centenario dell’Aeronautica Militare, la Sezione di Prato festeggia i suoi primi 35 anni di vita. Anni intensi ed impegnativi che hanno visto l’impegno di quanti si sono dedicati per raggiungere i nobili obiettivi e dimostrare - anche nei momenti più difficili - l’amore verso l’Arma Azzurra e l’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia. La Sezione comprende il Nucleo di Montemurlo, costituito da 25 anni, che rappresenta un vero punto di forza dell’attività sociale, anche e soprattutto per la gestione del monumento e l’annuale cerimonia in ricordo dei Caduti del Lyra 35.


Per questa ricorrenza, domenica 26 marzo la Sezione ha organizzato in forma solenne la S. Messa, officiata da Don Giovanni Bartolini, Cappellano militare che ha servito anche in Aeronautica Militare per 19 anni, dinanzi alla statua della nostra Santa Patrona, la Madonna di Loreto.


Nell’omelia sono stati ricordati gli aviatori Caduti e i Soci che hanno effettuato l’ultimo decollo ed è stato onorato anche il giovane Giacomo Di Napoli, caduto lo scorso 11 luglio 2022 durante un volo di addestramento in preparazione dei mondiali di volo a vela dove avrebbe rappresentato i nostri colori. Il padre, Colonnello Gennaro Di Napoli, ha presenziato alla cerimonia anche in rappresentanza dell’Istituto Scienze Militari Aeronautiche di Firenze.


Il pranzo sociale ha concluso l’evento, consentendo ai Soci di fraternizzare con ancor più entusiasmo dopo le limitazioni degli scorsi anni imposte dalla pandemia. Al termine ogni Socio ha ricevuto una pergamena a ricordo della ricorrenza.


Il 30 marzo, infine, in accordo con il Comune di Prato che ha organizzato l’evento, la Sezione di Prato ha avuto l’onore di partecipare attivamente alla cerimonia commemorativa in ricordo degli Aviatori caduti, in pace e in guerra che si è svolta in piazza delle Carceri, dinanzi al monumento ai Caduti ed ai Labari del Comune di Prato e delle Associazioni d’Arma. Dopo l’alzabandiera solenne, si è proceduto alla deposizione di una Corona alla presenza del Prefetto, Dott.ssa Adriana Cogode, del Presidente del Consiglio comunale Gabriele Alberti e del Presidente della Sezione A.A.A. – Aviatori d’Italia di Prato, Francesco Farina, mentre il trombettiere diffondeva le note del Silenzio.


Successivamente, nella Sala Consigliare del Comune di Prato, di fronte a diverse autorità, Associazioni d’Arma e soprattutto giovani studenti delle scuole medie di Prato, si è tenuto un incontro in cui l’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia ha potuto raccontare la storia della locale Sezione pratese e passare in rassegna le vicende dell’Aeronautica Militare nei suoi cento anni di vita.


La rievocazione ha visto gli interventi del Presidente della Sezione di Prato, Francesco Farina, e del Col. Carlo E. Paciaroni in qualità di Consigliere Nazionale dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia. All’incontro, tra gli altri, hanno partecipato con grande interesse ed entusiasmo gli alunni di alcune classi delle scuole medie pratesi.


Ringraziamo il Presidente della Sezione di Prato, Francesco Farina, per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale – A.A.A. – Aviatori d’Italia!



161 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page