top of page

Le parole di un giovane appassionato di aeronautica che ha partecipato al nostro Convegno di Catania

a cura del Team Comunicazione della Presidenza Nazionale

A.A.A. - Aviatori d’Italia



Cento anni di Aeronautica Militare - In volo, verso il futuro


C’è sempre stato (e sempre ci sarà) quel ragazzo che, a scuola, alla domanda “Cosa vorresti fare da grande?” risponde, con fierezza, “il pilota”, “l’astronauta” o, più in generale, “il militare”. È un mondo affascinante, dove professionalità e passione prevalgono, che spinge ogni anno migliaia di giovani a partecipare alle prove concorsuali per poter entrare a far parte della grande famiglia dell’Aeronautica Militare, l’Arma Azzurra.


È incredibile come un sogno, un obiettivo, motivi questi ragazzi ad allenarsi e studiare ogni giorno, e le diverse iniziative culturali a carattere aeronautico svolte dall’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia, contribuiscono ad aumentare questo desiderio e lo stimolo all’impegno.


Un esempio? Lo scorso 19 febbraio, a Catania, si è tenuto il convegno “L’Aeronautica Militare al servizio della Sicurezza nazionale e internazionale. L’importante ruolo della Sicilia.”, organizzato in collaborazione con il Centro Studi Militari Aeronautici e la Sezione Roma 2 dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia, durante il quale molti ragazzi hanno avuto l’opportunità di avvicinarsi, tramite presentazioni e testimonianze, all’affascinante mondo aeronautico e ai valori dell’Arma Azzurra.


Ed è qui, cari lettori, che vogliamo farvi conoscere il punto di vista, tramite le sue parole, di uno di quei giovani di cui parlavamo prima.


“Egregio Gen. Giovanni Fantuzzi,

sono Salvatore Russello, il ragazzo che ha avuto il piacere di incontrarla durante il convegno “L'Aeronautica Militare al servizio della Sicurezza nazionale e internazionale. L'importante ruolo della Sicilia” tenutosi a Catania il 19/01/2023. Ho voluto scriverle innanzitutto per ringraziarla di quella splendida mattinata. Temi molto interessanti e soprattutto affascinanti per chi, come me, nutre un sentimento incommensurabile per la Forza Armata che domina i cieli. Con la stessa Le invio la foto, da me custodita gelosamente, scattata in quella stessa giornata. Colgo l'occasione per informarla anche del fatto che parteciperò al concorso per l'Accademia Aeronautica come pilota. Difatti prossimamente sarò a Roma per sostenere la prima prova. Le sono davvero grato inoltre per l'incoraggiamento che mi ha rivolto inconsapevolmente. Le sue parole mi hanno spronato ad andare avanti, facendomi superare la mia titubanza nell'intraprendere quel percorso nel quale più di ogni cosa credo e sul quale nutrivo qualche dubbio, a causa del mio lieve problema alla vista. Sono dell'idea che i sogni sull'avvenire vanno coltivati in ogni caso, con impegno e determinazione, senza temere nulla, perché partecipare assume per me un significato importante. Rimpiangere l'opportunità di vestire in Azzurro a priori mi farebbe non sentire a posto con la mia coscienza. Una sconfitta che non potrei mai accettare. Sono quindi felice di aver ricevuto lumi da Lei, e rimanendo in attesa di altri, ai quali presterò attento ascolto, la ringrazio, nella speranza di poterla presto rivedere.

Le porgo distinti saluti,

Salvatore Russello.”


Il Generale di Squadra Aerea (a) Giovanni Fantuzzi ha voluto così ringraziare il giovane Salvatore per le belle parole espresse e per la determinazione con la quale persegue il sogno di volare.


“Carissimo Salvatore,

ti ringrazio davvero molto per la gentile e-mail che hai voluto indirizzarmi. Incontrare te e i tuoi compagni e fare due chiacchere da "amanti del volo" è stato molto bello e per me motivante. Ti scrivo infatti da Bari dove domani terremo una conferenza al Politecnico rivolta ai ragazzi come te sul tema dell'Aeronautica e lo Spazio! È in streaming su “assoarma” quindi se a te ed ai tuoi amici fa piacere seguiteci! Sono davvero molto contento che tu abbia deciso di partecipare al concorso per l'Accademia Aeronautica come pilota, bravo! Ti voglio solo raccomandare serenità, concentrazione e controllo del tempo. E poi andrà come deve andare, l'importante è che tu possa dire a te stesso che hai fatto il meglio che potevi!! E sono sicuro che sarà così. Tienimi aggiornato e poi magari ne parliamo in una video chiamata.

Per intanto, il mio pilotesco IN BOCCA AL LUPO!!!

Un salutone.

Giovanni Fantuzzi”


Tra pochi giorni l’Aeronautica Militare festeggerà il suo centenario, 100 anni di professionalità, passione, sacrificio, ricerca, spirito di corpo e pionierismo, espressi dai suoi uomini e donne al servizio del Paese, e le persone come Salvatore, che decidono di intraprendere questo percorso, garantiscono la continuità della Forza Armata, ed è a loro che, ci auguriamo, spetterà il compito di tramandare la nostra storia, portando l’Italia in volo, verso il futuro.


Ringraziamo il giovane Salvatore Russello per aver voluto condividere con noi la sua esperienza e il nostro giovane Fabiano Angeletti del Team Comunicazione per avercela raccontata! Grazie!



1.948 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page