top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia Prato, con “Associazione Giak Nuotatore Volante” al 4° Stormo di Grosseto

a cura del Team Comunicazione della Presidenza Nazionale

A.A.A. - Aviatori d’Italia


Mercoledì 8 maggio 2024 la Sezione di Prato, intitolata alla MAVM Av. Sc. Mot. Guido Pulidori, ha effettuato una visita di aggiornamento presso il prestigioso 4° Stormo Caccia di Grosseto e lo ha fatto insieme alla splendida “Associazione Giak Nuotatore Volante” che ricorda il giovane Giacomo Di Napoli, caduto a soli vent’anni l’11 luglio 2022 in aliante mentre si allenava per i mondiali di acrobazia.


All’arrivo, la delegazione è stata ricevuta con straordinaria ospitalità e cordialità dal Comandante dello Stormo, Colonnello Pilota Filippo Monti e, successivamente, è stata affidata al Primo Luogotenente Giosuè Rauso che l’ha accompagnata per tutta la durata della visita.


Al termine dell’evento, il Presidente della Sezione di Prato, Francesco Farina, ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento a tutto il personale dello Stormo per l’accoglienza ed il supporto riservato. Un ringraziamento particolare è stato infine espresso a Onofrio Moscato per la sapiente illustrazione dell’area museale.

 

Ringraziamo la Sezione di Prato per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


ASSOCIAZIONE GIAK NUOTATORE VOLANTE

L’Associazione (costituita il 4 agosto 2022) non ha scopo di lucro e persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale ed ha il fine di continuare a trasmettere i valori e le passioni di «Giak il Nuotatore Volante» nelle scuole e ai giovani talenti nelle varie attività di Giacomo (volo, nuoto, equitazione, studio e musica). Dai bambini agli anziani lui trasmetteva tutta la sua energia, motivazione, entusiasmo, impegno, sacrificio e voglia di vivere sempre con estrema umiltà. Giacomo sognava anche di aiutare i disabili con il volo e Nuoto.

 

Giacomo Di Napoli è nato a Prato il 20 Gennaio 2002; ha speso tutta la sua vita per portare avanti le passioni e i valori che da sempre lo hanno contraddistinto: all’età di 3 anni il primo contatto con l’acqua, fino ad arrivare ai 20 con la convocazione ai campionati del mondo di volo acrobatico in aliante, e con un bagaglio, sia sportivo che umano, inimmaginabile per un ragazzo così giovane. CONTINUA A LEGGERE



171 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


bottom of page