top of page

A.A.A. – Aviatori d’Italia Sezione di Galatone – Tre giorni di attività nelle scuole

a cura del Primo Luogotenente (c) Michele Candeloro,

Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata


Tre giorni di attività nelle scuole, per l’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia Sezione di Galatone (LE), per diffondere la “Cultura Aeronautica” e le opportunità professionali offerte dall’Aeronautica Militare.


Gli incontri, svolti dal 22 al 24 marzo 2023 e dedicati agli studenti delle Scuole secondarie di primo e secondo grado della città di Galatone, si inseriscono nel quadro delle iniziative per la celebrazione del Centenario della costituzione dell’Aeronautica Militare.


L’iniziativa rientra in un percorso informativo programmato su tutto il territorio nazionale dalla Presidenza Nazionale, ed è teso a presentare l’organizzazione della Forza Armata e i contesti nazionali ed internazionali in cui sono impiegati gli uomini e le donne in “Azzurro”, e nello stesso tempo ad illustrare ai giovani le professionalità e le varie prospettive di carriera offerte dall’Aeronautica Militare.


Mercoledì 22 marzo, presso l'aula magna dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore, “Enrico Medi” di Galatone, il Col. (arq) Antonio Montagna, Socio Benemerito della Sezione di Galatone, ha incontrato i docenti e gli studenti delle 5^ classi e, attraverso l’ausilio di un briefing informativo predisposto per l'occasione, ha fornito un utile contributo all'orientamento post diploma sulle opportunità di reclutamento e di carriera in Aeronautica Militare.


L’incontro ha avuto inizio con le note dell’Inno di Mameli, il “canto degli italiani”, intonato da tutti i presenti, che suggestivamente ha accompagnato alcune immagini della Forza Armata proiettate sullo schermo.

È stata poi presentata la realtà organizzativa e operativa della Forza Armata e descritto l'operato quotidiano degli uomini e delle donne che indossano “l’uniforme azzurra”, sia in Italia, sia all’estero, a favore della collettività e per la tutela degli interessi nazionali.


Nell’occasione è stato illustrato il concorso attualmente in svolgimento per l’arruolamento di 755 Volontari in ferma Prefissata Iniziale 3 anni (VFI) per l’anno in corso, in scadenza il prossimo 28 marzo 2023, che prevede 725 posti per le categorie che saranno assegnate dalla Forza Armata e 50 posti per il settore di impiego “incursori”.


La proiezione di alcuni filmati esplicativi delle varie specializzazioni e attività del personale che compone l’Aeronautica Militare, hanno suscitato grande interesse e curiosità nell'uditorio. Particolarmente apprezzati e stimolanti per gli studenti, sono stati gli interventi di due Allievi Piloti dell’Aeronautica Militare, in addestramento presso il 61° Stormo di Galatina (LE), che hanno raccontato le motivazioni che hanno scaturito la decisone di intraprendere la carriera militare e la loro esperienza di formazione professionale e di inserimento nel mondo lavorativo.


All’evento erano presenti il Sindaco di Galatone, Flavio Filoni, il Comandante del 61° Stormo e dell’Aeroporto Militare “F. Cesari” di Galatina (LE), Col. Pil. Pilota Vito Conserva, il Tenente Colonnello Cosimo De Ramundo, Comandante del Gruppo Efficienza Aeromobili (GEA) del 61° Stormo, il Presidente regionale dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia Puglia e Basilicata, Col. (c) Michele Bettuelli, la Dirigente Scolastica Prof.ssa Annamaria Campa, il Presidente della Sezione di Galatone, Luogotenente (c) Egidio Bove, oltre ad una rappresentanza dei Soci del Sodalizio.


Nel corso del suo intervento il Col. Conserva, interagendo con gli studenti, ha tracciato velocemente la sua esperienza di vita in Aeronautica Militare. Ha ricordato alla platea estremamente attenta alle tematiche trattate, il motto dell’Aeronautica Militare “Virtute Siderum Tenus” (Con Valore verso le Stelle), incoraggiando i giovani ad affrontare valorosamente ogni sfida che si porrà loro davanti, invitandoli a non fermarsi dinanzi al primo ostacolo; solo così, ha spiegato, “potrete raggiungere gli obiettivi prefissati e realizzare i vostri sogni”. Ha poi concluso chiosando: “…sappiate che la scelta che farete non sarà priva di ostacoli ma vi assicuro che sarà piena e ricca di soddisfazioni”.


Nei giorni 23 e 24 marzo, gli incontri hanno poi interessato circa 270 studenti delle terze classi delle Scuole secondarie di primo grado “Principe di Napoli” e “A. De Ferraris di Galatone”.


Al termine degli incontri la Sezione dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia di Galatone ha donato agli studenti presenti 1000 agende/quaderni che riproducono sulla copertina il logo ufficiale del Centenario dell’Aeronautica Militare e sul retro lo stemma della Sezione. Il dono, nella sua semplicità, rappresenta idealmente la missione principale che la nostra Associazione svolge.


“Per gli studenti gli incontri sono un’occasione per avvicinarsi alla nostra realtà di Aviatori, - ha dichiarato il Col. Montagna - una realtà che offre grandi emozioni, ma che richiede responsabilità, preparazione e passione. Per la nostra Associazione è stata un’opportunità per stare in mezzo ai giovani e per trasmettere loro come impegno, competenza e dedizione possano diventare una professione”.


Gli incontri si sono conclusi con uno scambio di doni e sono stati suggellati con la firma dell'Albo d'Onore della Sezione da parte delle Autorità intervenute.


La Sezione dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia di Galatone (LE) è una delle 254 Sezioni dell’A.A.A. – Aviatori d’Italia, è stata costituita nel dicembre 2007 ed è intitolata all’Aviere Scelto Motorista Paolo Stifanelli (caduto nel secondo conflitto mondiale).



Aviere Scelto Aiuto Motorista Paolo Stifanelli

Aviere Scelto Aiuto Motorista Paolo Stifanelli nacque a Galatone (LE) l’8 febbraio del 1920. Fu arruolato nel 1940 a seguito di una chiamata alle armi in qualità di Aviere Aiuto Specialista e assegnato al Centro Addestramento Reclute di Orvieto, dove effettuò il Corso di Officina Meccanica conseguendo la qualifica di Aviere Aiuto Autista. Ultimato il corso fu assegnato all’Aeroporto di Forlì, dove svolse il servizio di Aviere Autista presso il locale Autoreparto.


Inviato a prestare servizio presso l’Aeroporto Militare di Capua, partecipò ad un corso per la transizione ad Aviere Aiuto Motorista. Al termine del corso fu assegnato al Comando Tappa Forze di Oltremare di Capodichino, in attesa di imbarco per Castel Benito (oggi Bin Ghashir) nelle vicinanze di Tripoli (Libia) a prestare servizio presso un Gruppo di Trasporto su velivoli Caproni C.133.

All’alba del 24 maggio 1941 fu imbarcato per Napoli sulla nave “Conte Rosso” con destinazione Tripoli. Purtroppo non arrivò mai a destinazione.


Con il documento protocollo n. 1143 del 16 febbraio 1942, l’Ufficio Notizie Militari del comune di Galatone comunicava al padre Pietro Stifanelli che il figlio Paolo risultava disperso a causa dell’affondamento del Piroscafo “Conte Rosso”, avvenuto la sera del 24 maggio 1942 al largo di Augusta (Sicilia).


Molti anni dopo il M.llo 1^ Cl. Montatore Niccolò Zanchi, collega e paricorso di Stifanelli, raccontò al M.llo 1^ Cl. Sc. Dante Stifanelli, di aver visto suo fratello Paolo sull’Aeroporto Militare di Castel Benito presso il Gruppo Autotrasporti. Purtroppo a questa notizia non è mai stata travata una conferma.






481 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page