top of page

A.A.A. - Aviatori d’Italia Sezione di Trino (VC) in visita al 36° Stormo di Gioia del Colle

a cura del Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Dopo una tappa al Santuario della Santa Casa di Loreto e un tour di tre giorni tra le meraviglie della Puglia, lo scorso 1° luglio i Soci della Sezione di Trino e dei Nuclei di Crescentino e Villata dell'Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d'Italia hanno fatto visita al 36° Stormo Caccia “Antonio Ramirez” di Gioia del Colle il cui motto è “Con l’ala tesa a Gloria o Morte”.


Per il Socio Luigi Piccolo (Colonnello Pilota in congedo) e la Signora Ornella, dopo più di mezzo secolo, si è trattato di una vera e propria rimpatriata in cui non è mancata l’occasione per riabbracciare un vecchio collega, il Generale Giovanni Ragozzino e consorte.


Con il supporto del Primo Luogotenente Onofrio Gasparro ed accompagnati nel corso di tutta la visita dal Primo Luogotenente Francesco Longo, la giornata è iniziata con il benvenuto da parte del Comandante dello Stormo, Colonnello Pilota Massimiliano Pomiato, che ha illustrato i compiti del reparto in cui operano il X e il XII Gruppo Caccia equipaggiati con velivoli Eurofighter Typhoon la cui mission è di assicurare la sorveglianza dello spazio aereo nazionale H24 per 365 giorni all’anno.


Dopo lo scambio di crest tra il Comandante dello Stormo e il Presidente della Sezione di Trino, Carlo Mezzano, la visita è proseguita con l’intervento del Tenente Colonnello Francesco Scrini, responsabile logistico e già Capo Sezione Meteo. A seguire, il momento solenne della giornata con la deposizione di un cuscino di fiori al cippo ai Caduti e il successivo trasferimento all’84° CSAR (Combat Search and Rescue) dove il Tenente Colonnello Lorenzo Leone e il Sottotenente Davide Favero hanno coinvolto i presenti con alcune testimonianze di missioni di ricerca e soccorso effettuate con gli elicotteri HH139-A del 15° Stormo.


Molto interessante è stata poi la visita presso uno dei due shelter in cui gli F2000, adibiti al servizio di allarme, erano pronti al decollo in caso di “scramble”. Nel corso del briefing da parte del Maggiore Pilota Nicola Di Pirchio e del Sottotenente Pilota Andrea Angelini è infatti suonato l’allarme che, per alcuni minuti, ha fatto vivere in diretta le fasi di preparazione al decollo su allarme. Allarme che, prima di accendere i motori ai due velivoli, è rientrato in quanto l’aeromobile interessato aveva ripreso il contatto radio con gli enti del traffico aereo.


La visita è poi proseguita presso l’hangar del 936° Gruppo Efficienza Aeromobili (GEA) che assicura l’efficienza dei velivoli con compiti di manutenzione di 1° e 2° livello tecnico.


Dopo il pranzo alla mensa Ufficiali, culminato con il taglio della torta e il tradizionale “Gheregheghez”, a conclusione di una più che avvincente giornata, i Soci trinesi hanno avuto la fortuna di assistere al decollo di sette Eurofighter in missione addestrativa.


Al termine della visita, la Sezione trinese ha voluto esprimere un sincero ringraziamento al Comandante e a tutto il personale dello Stormo per la disponibilità e la splendida ospitalità riservata.

 

Ringraziamo la Sezione di Trino per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia



 

121 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page