top of page

A.A.A.- Aviatori d’Italia – Socio della Sezione di Taranto insignito del “Premio Buon Samaritano”

a cura del Primo Luogotenente (a) Michele Candeloro,

Socio A.A.A. - Aviatori d’Italia, Presidenza regionale Puglia - Basilicata


Domenica 18 dicembre, nel corso del “XX Galà della Solidarietà”, organizzato dell’Associazione Volontari Protezione Civile (AVPC) della città di Latiano (BR) e condotto dalla presentatrice e conduttrice televisiva Monia Palmieri, è stato consegnato nella splendida cornice dell’antica masseria Martuccio di Mesagne (BR) il “Premio Buon Samaritano”, istituito nell’anno 2007 con il fine cristiano di premiare e sostenere le iniziative di persone ed enti che si sono distinte per fini sociali e caritatevoli nei campi della solidarietà ed aiuto comune.


La Commissione esaminatrice, ha scelto di premiare anche i gesti di grande solidarietà e amore verso il prossimo che hanno visto protagonista il giovane Socio della Sezione dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia di Taranto, Arcangelo Antonio Cellie, al quale è stata conferita la medaglia d’argento Associazione Volontari Protezione Civile Latiano “Premio Buon Samaritano” con la seguente motivazione: “Giovane volontario della nostra sezione, formatosi nello spirito della Protezione Civile presso la nostra sede, ed in forza anche al nucleo Piloti APR UAS A1 A2 A3, nel corso dell’anno 2022 si distingueva anche quando non impegnato in mansioni espletate nel nucleo territoriale di appartenenza , effettuando in città di Melendugno (LE) un soccorso domando le fiamme di una canna fumaria scongiurando un incendio in civile abitazione attendendo poi i VVFF, nonché nel corso dell’estate effettuava numerosi (circa 20 ) interventi di salvamento di persone a rischio annegamento presso i litorali brindisini bersagliati dalla furia delle onde e dalla forza della risacca. Figura di giovane coraggioso e volontario animato dallo spirito civico e cristiano “del Buon Samaritano” che la Nostra Associazione intende promuovere e premiare”.


Sono 14 le persone che quest’anno, nel corso della giornata, sono state premiate per essersi distinte nel corso dell’anno a favore della solidarietà ed in particolare nell’ultimo periodo per l’attività di contenimento del COVID-19.


Arcangelo dopo avere ricevuto il riconoscimento, visibilmente emozionato ha dichiarato “Noi siamo ciò che ci è stato donato, e tutti possiamo fare qualcosa per arricchire e migliorare la nostra vita. Inviterei chiunque a fare l’esperienza di volontariato, ogni sorriso strappato ad un bisognoso di conforto è una stella in più nel cielo. Ho trovato da subito nel contesto dell’Associazione quella coesione spirituale e pragmatica che mi aspettavo, e che mi aspetterei ovunque, pronti a donarsi e a scomparire prima che “l’uomo che scendeva da Gerusalemme” possa chiederti il nome. Vi ringrazio, per avermi dato l’occasione di migliorarmi grazie al vostro trentennale sacrificio, e nell’erudimento ed affinazione della vostra attenta e continua formazione ed esempio, sarò comunque sempre memore e geloso custode del vostro ricordo”. Ha concluso il suo intervento rivolgendo un pensiero ai suoi colleghi dell’Esercito Italiano, nel quale da alcuni mesi presta servizio come Volontario di Truppa “Mi piace dedicare il riconoscimento ricevuto a chi in questo momento continua ad arricchire il mio personale percorso di vita, al mio Comandante di Reggimento, al Comandante di Battaglione, al Comandante di Compagnia, al Comandante di Plotone ed ai miei Graduati diretti ma anche agli Ufficiali, Sottufficiali, Graduati e i Commilitoni tutti. Ancora una volta, mille grazie a tutti


Il Presidente dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia Sezione di Taranto, Colonnello (r) Giuseppe Trani, raggiunto telefonicamente ha così commentato la consegna del premio al Socio della sua Sezione “Complimenti al nostro giovane e coraggioso Socio. Arcangelo è un giovane uomo educato dal padre al senso del dovere, dell'altruismo e impegno. Gli auguro ogni bene possibile e soprattutto, di entrare a far parte della nostra Forza Armata, dove anche il padre ha dato il meglio di sé stesso. Sono fiero ed orgoglioso di un Socio così giovane ma già un piccolo eroe. I suoi gesti di altruismo ricalcano il valore che vengono promossi attraverso il Premio che vuole riconoscere quelle azioni di generosità dove una persona, lasciando da parte logiche personalistiche, mette in discussione la propria vita per aiutare gli altri in una situazione di pericolo. Congratulazioni Arcangelo, ad maiora semper”.




267 visualizzazioni0 commenti
bottom of page