top of page

AAA-Aviatori d’Italia, a Villa Recalcati il convegno “L’Addestramento al volo: eccellenza italiana.”

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


“100 anni di impegno dell’Aeronautica Militare al servizio dell’Italia”


Lo scorso martedì 14 novembre si è svolto a Varese presso la prestigiosa Villa Recalcati il convegno “L’Addestramento al volo: eccellenza italiana. Dagli addestratori al sistema integrato”, organizzato dall’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia alla presenza di circa 130 entusiasti partecipanti, in prevalenza studenti.


È il tredicesimo di una serie di convegni programmati in varie città d’Italia per ripercorrere la storia dell’Aeronautica Militare in occasione del Centenario della sua fondazione, il 28 marzo 2023, realizzato con la partecipazione del Comune di Varese, Università ed Istituti scolastici e l’attivo contributo di Provincia, industria, Sezioni A.A.A. - Aviatori d’Italia di Varese e Gallarate, oltre che dell’Aeronautica Militare.


«Con questo progetto l’Associazione Arma Aeronautica vuole contribuire alla diffusione nella società civile della conoscenza dell’apporto che l’Aeronautica Militare ha fornito e fornisce, con professionalità, senso del dovere e spirito di sacrificio, a difesa degli interessi nazionali e della serena convivenza e operosità di tutti i cittadini italiani, europei e NATO», ha detto il Gen. Isp. C. (c) Nazareno Cardinali, Presidente della Sezione Roma Due “Luigi Broglio”, ideatrice del progetto, realizzato in cooperazione con il Centro Studi Militari Aeronautici “Giulio Douhet” (CESMA) dell’A.A.A. - Aviatori d’Italia.


Insieme al vertice della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia, con il Presidente Nazionale Generale di Squadra Aerea (c) Giulio Mainini, e al Presidente della Sezione Roma Due “Luigi Broglio”, hanno partecipato all’evento il Prefetto Salvatore Pasquariello, il Presidente della Provincia, dott. Marco Magrini, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Varese, Giuseppe Carcano. Ospiti d’onore il Gen. S.A. Francesco Vestito, Comandante della 1^ Regione Aerea, che ha portato i saluti del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Luca Goretti, ed il varesino Gen. D.A. Andrea Argieri del Comando Squadra Aerea.


Il convegno, moderato dal giornalista e scrittore aerospaziale M. Dominelli, ha trattato temi estremamente interessati, presentati e approfonditi da autorevoli relatori. L’ing. Lucio Valerio Cioffi, di Leonardo, ha affrontato il tema “La Provincia con le ali” e l’addestramento al Volo. Una eccellenza italiana”. Un entusiasmante excursus sul lungo viaggio che, partendo dall’eredità dei fratelli Wright, ha portato a livelli di eccellenza mondiali nell'addestramento al volo. “Capacità addestrative nel tempo. Evoluzione delle esigenze e degli ausili tecnologici. Formazione di piloti sempre più capaci”, e “International Flight Training School (IFTS)” sono stati i temi sviluppati dal Col. Francesco Miranda, del Comando Scuole dell’Aeronautica Militare e dall’Ing. Marco Andrini, Program Manager IFTS, di Leonardo. Grazie alla sinergia con l’industria nazionale, l’Aeronautica Militare è in grado di fornire un addestramento avanzato di assoluto valore riconosciuto come il miglior addestramento a livello mondiale. L’ing. Fabrizio Peano ha presentato “Un caso particolare: l’addestramento per l’ala rotante parte integrante delle macchine di nuova generazione: Leonardo Helicopters Training Academy”. Una eccellenza nell’addestramento immersivo per piloti ed equipaggi che da Sesto Calende si estende a livello globale con 12 sedi in 5 continenti e addestra in media oltre 10.000 studenti ogni anno.


Il convegno si è concluso con gli interventi su “L’addestramento operativo nei reparti elicotteri dell’Aeronautica Militare” del Cap. Ilario Scotti del 9° Stormo di Grazzanise e del Magg. Daniel Bonetti del 15° Stormo di Cervia, presentando il laborioso ed impegnativo percorso addestrativo nei rispettivi Reparti per operare in realtà operative complesse, anche all’estero, o di ricerca e soccorso in casi di calamità naturali o situazioni di emergenza.


Al termine dell’evento il Gen. Cardinali ha sottolineato “Il convegno è stata un’occasione per scoprire passato e presente dell’Aeronautica Militare, protagonista di eventi cruciali della storia italiana”, aggiungendo poi “ma anche per approfondire temi molto concreti ed attuali dei settori militare e industriale dell’aerospazio e della difesa italiani con inevitabili connessioni al più ampio quadro di incertezze internazionali”.


Un gradevole “fuori programma” è stata la consegna di una targa di riconoscimento da parte del Consigliere della Provincia di Varese Alberto Barcaro e del Sindaco di Samarate Enrico Puricelli al concittadino autore del Logo del Centenario dell’Aeronautica Militare, il Maresciallo di Seconda Classe Francesco Simone.


Grazie al Gen. B.A. (r) Giuseppe Cornacchia, Vice Presidente della Sezione Roma Due “Luigi Broglio”, per aver voluto condividere la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. – Aviatori d’Italia.


Il Centro Studi Militari Aeronautici (CESMA) è ubicato presso il “Villino Douhet” sito in Roma, Via Marcantonio Colonna, 23, sede Nazionale dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia. Il CESMA persegue l'obiettivo di effettuare ricerche e studi sulle tematiche aeronautiche e spaziali, di carattere militare o duale, nei loro aspetti dottrinari, operativi, tecnici e politici, in ambito nazionale e internazionale.



614 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page