top of page

AAA-Aviatori d’Italia Trino al Museo dello sbarco di Anzio e al “Mario De Bernardi” Pratica di Mare

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Per i Soci della Sezione Trinese e dei Nuclei di Crescentino e Villata si è trattato di una due-giorni, 24 e 25 settembre 2023, iniziata con un tuffo nel passato presso il Museo dello Sbarco di Anzio del 22 gennaio 1944, magistralmente diretto dal suo Presidente Patrizio Colantuono, e proseguita con un’intera giornata all’Aeroporto Militare “Mario De Bernardi” di Pratica di Mare; un gradito ritorno dopo la grandiosa manifestazione aerea di mezzo giugno per i cento anni dell’Aeronautica Militare.


L’Aeroporto, in Europa secondo per grandezza solo a Ramstein Air Base, ospita reparti di eccellenza della nostra Forza Armata, reparti che i Soci Trinesi, accolti dal Luogotenente Alessandro Genovese, hanno avuto il privilegio di visitare toccando con mano l’alto livello di preparazione e competenza di tutto il personale.


La giornata ha avuto inizio in sala conferenze con il benvenuto da parte del Generale di Divisione Alessandro De Lorenzo, Comandante della Divisione Aerea di Sperimentazione Aeronautica e Spaziale (D.A.S.A.S.), nata nel 2021 per inglobare la struttura e le competenze dei preesistenti Centro Sperimentale di Volo e Comando Aeroporto. Dopo la presentazione del reparto da parte del Generale De Lorenzo che ha onorato i convenuti con la sua presenza, lo scambio di crest con il Presidente Carlo Mezzano.


Altro momento significativo al Reparto Sperimentale di Volo (RSV) per la deposizione di una corona d’alloro con alcuni Ufficiali e Sottufficiali e con il Comandante, il Colonnello Fabio De Michele, che ha molto apprezzato l’iniziativa di onorare i caduti del reparto.


Al termine, in linea di volo per assistere ad alcuni decolli e atterraggi e visitare le strutture del RSV accompagnati dall’Operatore di Bordo, Sergente Maggiore Domenico Abramo.


Si è poi passati ad un altro fiore all’occhiello della nostra Aeronautica Militare, il Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aerospaziale (CNMCA), dove il Tenente Colonnello Filippo Petrucci, insieme al personale della sala operativa, ha illustrato le principali attività dell’Ente che ha, tra gli altri, lo scopo di fornire il supporto meteorologico ai vari assetti della Forza Armata, della Difesa, della NATO e dell'Unione Europea garantendo i servizi meteorologici per la Navigazione Aerea Civile e Militare. Al termine, alle 13:00 in punto, gli ospiti hanno avuto la fortuna di assistere al lancio del pallone sonda che può raggiungere quote anche superiori a 30.000 metri ed ha lo scopo di raccogliere misurazioni che vengono trasmesse alla base in tempo reale con delle radiosonde.


Dopo il pranzo, consumato presso la Mensa del Circolo Ufficiali in compagnia del Tenente Colonnello Filippo Petrucci, la visita si è conclusa al 14° Stormo, reparto di supporto dell’Aeronautica Militare che ha l’obiettivo di condurre missioni di sorveglianza dello spazio aereo, radiomisure e trasporto tattico anche a favore del Dipartimento della Protezione Civile, missioni di rifornimento in volo, trasporto strategico e trasporto in bio-contenimento.


Ringraziamo il Presidente della Sezione di Trino, Carlo Mezzano, per aver condiviso la notizia con il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d'Italia.



137 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page