top of page

AAA-Aviatori d’Italia Milano, concluso il Raduno Interregionale per i 100 anni dell'Arma Azzurra

a cura del Team Comunicazione

della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia


Il 4 e 5 ottobre 2023, nell’ambito delle celebrazioni per i 100 anni dell’Aeronautica Militare, Milano ha ospitato il Raduno Interregionale delle Sezioni e dei Nuclei del Nord Italia dell’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia.


L’evento, organizzato su due giornate, ha avuto inizio con la visita di cortesia al Sindaco della città di Milano ed è proseguito con quattro distinti momenti aperti a tutta la cittadinanza, in ringraziamento dell’attenzione che la città meneghina, sede del Comando della 1^ Regione Aerea dell’Aeronautica Militare, ha sempre rivolto alle Forze Armate.


La visita al Sindaco, Dott. Giuseppe Sala, si è tenuta il pomeriggio del 4 ottobre nella prestigiosa Sala dell’Orologio di Palazzo Marino dove si è svolta anche la consegna simbolica del Medagliere Nazionale dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia. Insieme al Presidente Nazionale dell’Associazione, Gen. S.A. (c) Giulio Mainini, al Gen. S.A. (r) Giovanni Fantuzzi, Direttore del Centro Studi Militari Aeronautici (CESMA) ed al Gen. S.A. (r) Roberto Zappa, Presidente della Sezione di Milano, ha partecipato all’evento il Gen. S.A. Francesco Vestito, Comandante della 1^ Regione Aerea e del Presidio Militare di Milano, in rappresentanza dell’Aeronautica Militare.


La calorosa accoglienza del Sindaco, ha consentito un proficuo approfondimento sulle tematiche d’interesse per le tre importati Istituzioni della Città e lo scambio di utili informazioni e commenti sul Raduno Interregionale dell’Associazione. L’incontro si è svolto in un clima di reciproca soddisfazione e si è concluso con la donazione del crest dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia e del Comando della 1^ Regione Aerea al Sindaco che ha ricambiato l’apprezzato gesto con medaglie commemorative del Comune di Milano.


Nella serata dello stesso giorno, nella magnifica e storica Sala della Vittoria Atlantica del Comando 1^ Regione Aerea, si è tenuta una interessante ed innovativa conferenza, organizzata dal Centro Studi Militari Aeronautici “Giulio Douhet” dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia (CESMA), dove l’Ing. Giovanni Massimello ha magistralmente illustrato “Gli Assi della Caccia nella II Guerra Mondiale”, risultato di un’appassionata e scrupolosa ricerca storica che ha caratterizzato quel periodo bellico. Un immenso e prezioso lavoro di ricerca, unico in Italia, che è scrupolosamente riportato nel suo libro dallo stesso titolo, edito dall’Aeronautica Militare nell’ambito della pubblicistica connessa con il Centenario. Lunghi sono stati gli applausi a testimonianza dell’interesse suscitato nella folta platea, sia per il contributo dell’esposizione e per la tecnica espositiva, sia per le immagini presentate.


La giornata del 5 Ottobre è iniziata in Piazza Ermete Novelli con la cerimonia della deposizione della corona di alloro al Monumento ai Caduti dell’Aeronautica Militare, sito all’ingresso della sede del Comando della 1^ Regione Aerea. Hanno reso gli onori, oltre al picchetto in armi, le massime autorità militari in servizio ed in congedo dell’Arma Azzurra e una rappresentanza dei Soci e simpatizzanti dell’Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d’Italia presenti a Milano per il Raduno.


Il momento più solenne del Raduno Interregionale, pianificato dalla Presidenza Nazionale A.A.A. – Aviatori d’Italia ed organizzato dalla Sezione di Milano, con il supporto del Comando della 1^ Regione Aerea, è stato rappresentato dalla cerimonia tenuta presso Piazza del Duomo, alla presenza dei massimi rappresentanti delle Istituzioni civili e militari della città meneghina, insieme al Gonfalone della Città di Milano, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, al Gonfalone della Regione Lombardia e quello della Città Metropolitana, nonché ai Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della Città e delle Sezioni dell’Associazione Arma Aeronautica del Nord Italia intervenute.


L’ammassamento dei partecipanti, iniziato alle ore 10:00 nella storica e caratteristica Piazzetta Reale, ha consentito ai numerosi partecipanti di organizzarsi per l’inizio della cerimonia dell’Alzabandiera in Piazza Duomo. Puntualissimo, in accordo alle migliori tradizioni delle organizzazioni militari, il lungo serpentone di ondeggianti Labari azzurri ha iniziato a sfilare compatto ed orgoglioso al suono della Fanfara della 1^ Regione Aerea, seguita da un plotone in armi formato dai Volontari di Truppa dell’Aeronautica Militare, marcianti compatti ed a testa alta con le armi al petto. Subito dopo il Medagliere della Presidenza Nazionale, decorato con tutte le medaglie degli eroi a cui sono intitolate le Sezioni ed i Nuclei dell’Associazione, luccicante ai raggi del sole autunnale che ha favorito la buona riuscita della manifestazione.

In testa al corteo il Labaro di Torino, Sezione fondatrice dell’Associazione Arma Aeronautica nel 1952, seguito da quelli delle Sezioni e Nuclei dell’Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino, Valle d’Aosta e Veneto. In chiusura il Labaro della Sezione di Milano, città ospitante della manifestazione, seguito dai numerosi Soci convenuti per partecipare a questo importante evento.

Presente sul palco d’onore il Sindaco di Milano, affiancato dal Generale Giulio Mainini e dal Generale Francesco Vestito, oltre alle tantissime autorità civili e militari, in rappresentanza delle molteplici Istituzioni che caratterizzano la complessa, variegata e pluralistica società meneghina. Dopo la rassegna dello schieramento da parte del Generale Vestito e del Generale Mainini, si sono issate al cielo, al suono dell’Inno d’Italia, orgogliose di sventolare di fronte alla Cattedrale di Milano, le bandiere dell’Italia, dell’Europa e di Milano, mentre i cuori fremevano e qualche lacrima luccicava negli occhi dei numerosi presenti.


La cerimonia è terminata con le significative allocuzioni del Presidente Nazionale Giulio Mainini, del Comandante della 1^ Regione Aerea Gen. S.A. F. Vestito e del Sindaco di Milano G. Sala, che hanno espresso apprezzamenti per il reciproco ruolo svolto a vantaggio della città di Milano. Nella circostanza è stata particolarmente riconosciuta la storica presenza dell’Aeronautica Militare che da oltre ottant’anni è sempre vicina ai cittadini, assistendoli e fornendo supporto in ogni situazione, ultima della quale nel triste periodo della pandemia con la somministrazione di vaccini e tamponi, la valenza di Milano quale sede di importantissime industrie che hanno contribuito e contribuiscono significativamente allo sviluppo del settore aerospaziale, e l’importanza delle Associazioni d’Arma, quale riferimento ideale per veicolare i valori portanti di cui necessitano tutte le società per progredire verso un futuro positivo e sicuro.


Degna conclusione di questo incontro della marcia, degli abbracci e dei ricordi, nella splendida e accogliente città di Milano, il pranzo presso i locali del Circolo Ufficiali della 1^ Regione Aerea, con il brindisi di gioia per l’Aeronautica Militare e di tutti i presenti.


La bella manifestazione si è conclusa con il concerto pomeridiano della Fanfara della 1^ Regione Aerea presso l’Auditorium Testori della Regione Lombardia a Milano. Novanta minuti di ammaliante musica, perfettamente diretta dal M° Primo Luogotenente Antonio Macciomei. Il repertorio ha spaziato da brani tratti sia da opere classiche che da medley di Renato Carosone, Astor Piazzolla, Raffaella Carrà e tanti altri. La platea, particolarmente coinvolta e soddisfatta, ha applaudito fin quando non gli è stato offerto il bis con l’esecuzione del popolare brano milanese “O mia bela Madunina”. Il concerto si è conluso, con orgoglio di tutti i presenti, alzatisi in piedi sull’attenti o con la mano al cuore, con l’Inno d’Italia, accompagnato dagli astanti con l’intonazione del Canto degli Italiani.


Un particolare ringraziamento va rivolto alla Regione Lombardia e al Comune di Milano per l'indispensabile contributo e per il pregiato supporto fornito, a testimonianza della costante attenzione da loro rivolta alle Forze Armate. L'Associazione Arma Aeronautica - Aviatori d'Italia è riconoscente a queste Istituzioni per aver contribuito al successo della manifestazione.


Il Presidente Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia Giulio Mainini ha voluto ringraziare anche le Sezioni intervenute e tutti coloro che con grande entusiasmo e passione hanno assicurato la propria partecipazione alla manifestazione, rendendola memorabile. Un ringraziamento, infine, è stato riservato all’Aeronautica Militare e al Comando della 1^ Regione Aerea per il supporto fornito, a dimostrazione dei fortissimi legami esistenti tra l’Arma Azzurra e il Sodalizio, oltre che alla Sezione di Milano con il Presidente Gen. S.A. (r) Roberto Zappa per lo sforzo organizzativo che ha consentito l’ottima riuscita dell’evento.


Il Team Comunicazione della Presidenza Nazionale A.A.A. - Aviatori d’Italia, nell’associarsi alle espressioni di plauso del Presidente Nazionale, desidera rivolgere un grande ringraziamento al Gen. S.A. (r) Roberto Zappa per aver voluto raccontare, con l'emozione di chi ha vissuto quei momenti, le fasi più significative della splendida manifestazione che per due giorni ha colorato Milano di azzurro. Grazie Comandante!


Nella galleria fotografica vi proponiamo una carrellata di immagini che ripercorrono la due giorni milanese.



350 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page